9 ottobre 2011 • Nessun commento

Alla scoperta di una Venezia meno turistica e più economica!

Weekend in Italia

Venezia ha il suo fascino… ogni volta che la visito rimango incantata. E ogni volta devo fare i salti mortali per non farmi fregare da qualche trappola acchiappa turisti. Per fortuna venendo da Firenze mi sono fatta le ossa: mai sedersi al tavolino di un bar vicino a un monumento famoso (il servizio ha sempre una bella maggiorazione) e mai ordinare in un locale che non ha prezzi esposti!

nella foto: Il Ponte di Rialto

Detto questo, Venezia ha anche un altro problema: se si segue il percorso “obbligato” stazione – Ponte di Rialto – Piazza San Marco, si rimane intrappolati in un torpedone di persone che si accalcano in alcuni stretti passaggi, circondati da negozi di souvenir, e non si riesce a godere appieno della bellezza della città.

nella foto: Basilica di San Marco assediata dalla folla

Se potete, abbandonate la fiumana di gente e il percorso obbligato, e perdetevi nelle strade meno affollate, è incredibile come subito si presenti ai vostri occhi un’altra Venezia.

Campi o campielli quasi deserti con il pozzo al centro, strette calli dove possono scambiarsi a stento 2 persone, strade che si interrompono davanti a un canale costringendovi a tornare indietro.

Alzate gli occhi per ammirare le splendide facciate colorate delle case veneziane, con lo stemma del leone di Venezia.

Sopra, sui tetti, le altane in legno e i tipici camini. E poi i canali: con i loro ponti, le barche, la vita parallela a quella terrestre.

Leggete sui nissioeti, gli enormi cartelli con i nomi delle strade, i buffi nomi in veneziano la cui origine a noi turisti a volte sfugge, a volte si fa intuire…

Per fortuna si può visitare Venezia anche senza spendere un patrimonio: dotandosi di uno smartphone: io ho consultato Duespaghi, Tripadvisor, i vari social networks e soprattutto i consigli di Foursquare, che mi indicava i ristoranti più buoni di Venezia recensiti dai miei amici virtuali.

Dove pranzare a Venezia spendendo poco e mangiando bene

nella foto: gli assaggini misti fra cui Falafel, Humus e specialità mediterranee

Seguendo questi consigli ho trovato un posto delizioso ed economico: se volete sfuggire alle trappole per turisti o semplicemente vi interessa non una trattoria tipica veneziana; una bella alternativa è un ristorante ebraico che fa cucina Kosher, al limitare del ghetto: il ristorante Gam Gam.
Non lontano dalla stazione di Venezia Santa Lucia il ristorante ha sia tavolini esterni, lungo il canale, che dentro. L’arredamento interno non è niente di che, ma la cucina propone piatti tipici del Mediterraneo (anche qualcosa di veneto, come ad esempio le Sarde in saor). Da provare l’antipasto misto composto di tanti assaggini (a soli 9.80 €) che è un piatto unico (io  ci ho pranzato) o l’humus (una delicata salsa di ceci servita con funghi o carne). Hanno anche vini israeliani. Non c’è coperto e lo staff è gentile.
Ristorante Gam Gam
Cannaregio 1122 Venezia
tel. 041 – 715284

Un buon caffè a Venezia

E dopo pranzo, per una pausa caffè fate un salto alla Torrefazione Marchi, locale storico aperto dal 1930, dove potrete assaggiare la specialità della casa: il caffè della sposa, un mix di 8 qualità diverse di arabica, o i bussolai, biscotti tipici dell’isola di Burano fatti col burro e pasta frolla a forma di “S” o di anello. Il posto è stato recensito dai più importanti giornali internazionali e vanta fra i suoi fan persino Woody Allen!

Come muoversi a Venezia

Il modo migliore per vedere Venezia è ovviamente a piedi: dotatevi di scarpe comode e via, su è giù da ponti e lungo calli e viuzze che potrebbero anche finire in un canale, obbligandovi a tornare indietro! I vaporetti, molto belli, sono spesso presi d’assalto e sono tutt’altro che economici. Una corsa in vaporetto da San Marco alla Stazione costa 6.50 € (durata del biglietto 60 minuti) e vi troverete stipati come su un carro bestiame!

Se volete fare un giro in gondola, quando ho chiesto quanto costa fare un giro in gondola, mi hanno detto che ci vogliono circa 100 € per un giretto di 35 minuti, ma senza andare a San Marco. Su ogni gondola ci sono circa 6 posti a sedere.

Come arrivare a Venezia e dove parcheggiare

Il modo migliore per arrivare a Venezia è in treno. Se vi muovete in macchina, vi consiglio di parcheggiare a Venezia – Mestre e prendere il treno per Venezia Santa Lucia: ne parte uno ogni 20 minuti circa (i regionali). Se alla biglietteria trovate coda e le macchinette non fanno questa tratta, non vi scoraggiate: al tabacchi all’angolo, potete comprare il biglietto che costa solo  1.20 €. Bellissimo arrivare a Venezia in treno: l’ultimo pezzo si percorre in mezzo alla laguna!

come arrivare in treno a venezia e quanto costaPer i parcheggi: a Mestre ce ne sono alcuni che hanno tariffa giornaliera, ma se è domenica potreste avere la fortuna di trovare parcheggio gratis lungo la strada (ad esempio in via Piave), senza pagare nulla.

…e al rientro da Venezia uno spritz!

Al vostro rientro, prendetevi un aperitivo al Best Western di fronte alla stazione: comodamente seduti sui divanetti di pelle nera, uno spritz vi costerà solo 2 € e un piattino di ostriche giganti 3 € l’una. Ottimi anche i crostini di baccalà mantecato. In un ambiente molto bello e rilassante.

Ciao ciao Venezia!
E ora la gallery di foto…



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz