29 marzo 2013 • 2 commenti

Dove mangiare bene a Siena e spendere poco

In evidenzaWeekend in Italia

Finalmente trovo il tempo per fare il post sui ristoranti a Siena provati durante il blogtour senese. La cena del sabato sera e il pranzo della domenica erano fissate da Borgo Le Grondaie, ma il pranzo del sabato era libero. Nel mio copioso folder di indicazioni su cosa vedere a Siena e dove andare, c’erano segnate diverse botteghe, gelaterie, trattorie (chissà perché le mie compagne di avventure avevano indicazioni culturali e io eno-gastronomiche?).

In linea di massima ho seguito tutti i consigli che mi hanno dato.

Compagnia dei Vinattieri

Sui miei fogli c’era scritto che è uno dei posti “fashion” di Siena e in effetti è davvero bello. Ma per fortuna non c’è altezzosità, al contrario ho trovato gentilezza e disponibilità (il cappotto nel guardaroba, il carica cellulare, la visita alla cantina..) tutti dettagli che dimostrano come anche in una città turistica come Siena, ci possano essere posti dove il cliente è trattato bene.

Visto che era ora di pranzo e non volevamo appesantirci io e Simona abbiamo preso giusto un piatto a scelta. Io ho preso i pici con puntarelle e rigatino (ottimi!), lei uno sformatino con patate e funghi. Prima dei nostri piatti ci hanno portato un antipastino omaggio composto da una sorta di budino di pomodoro, da mangiare col pane croccante!

Il ristorante si distingue anche per una certa attenzione ai vini (nella carta dei vini hanno anche diverse bollicine): se potete visitate la cantina scavata nella pietra (secoli fa). Davvero impressionante.

Si trova in via delle Terme 79 non lontano da Piazza del Campo e da Via Banchi di Sopra.

Da Enzo

Avete presente quei vecchi ristoranti di una volta, con menù infinito, che spazia dalla terra al mare? e dove ci sono i 3 bicchieri, le 2 posate, le tovaglie bianche (e non i tanto modaioli runner), un’atmosfera leggermente elegante e molto tranquilla… Il marito in cucina, la moglie in sala, la figlia che da una mano. Ecco questo è Da Enzo, ristorante che lavora da decenni con lo stesso stile e qualità. E in effetti la bontà degli ingredienti arriva nei piatti.

Io ho preso un antipasto originale, composto da un tortino di ortiche. A seguire un primo di pesce condito così abbondantemente da nascondere la pasta! Ho avuto modo di assaggiare anche il polpo con le patate. Ottimo.

Unica pecca per me: la lentezza. Ci siamo sedute alle 9 e abbiamo iniziato a cenare alle 22.30! Un po’ troppo. Ma se non avete fretta è un ristorante che mi sento di consigliare.

Si trova in via Camollia 49 a pochi passi dall’omonima porta.

Come prezzi: antipasti e primi di mare vanno sui 15 € (escluso l’astice), i secondi di mare sui 25 €. Se si scelgono piatti di terra, dal chilometrico menù, si spende meno.

Trattoria Papei

Si vantano di essere una delle trattorie più antiche di Siena e in effetti le generazioni di questa famiglia si alternano da anni. Propongono cucina prettamente toscana, con diverse specialità (cinghiale, anatra…).

Da provare i pici, presentati anche cacio e pepe (alla romana?) e quello che volete alla brace: ottimo il filetto ma anche il pollo, magari con carciofi come accompagnamento.

Si può mangiar fuori anche in inverno grazie alla veranda riscaldata, ovviamente se non vi da noia chi fuma (sob). In estate mi dicono che i tavolini siano tanti. Bello mangiare con il retro della Torre del Mangia che ti sovrasta.

Si trova in piazza del Mercato proprio dietro piazza del Campo.

Se volete sapere dove dormire a Siena, in uno dei miei viaggi ho ho dormito all’Hotel Santa Caterina, un albergo 3 stelle, subito fuori dalle mura della città, davanti a Porta Romana. Prezzi onesti, ottima la colazione, camere pulite e silenziose. Bella la vista.

vista campagna di siena da hotel santa caterina

Oltre ai ristoranti:

Frittelle di riso

Nei mesi di gennaio e febbraio in piazza del Campo c’è uno stand che frigge frittelle di riso (e arancia). Sono buonissime e costano pochi euro. Se vi capita l’occasione fermatevi a prenderne qualcuna.

Una tazza di tè

Dietro piazza del Campo, sotto la piazza del Mercato (ci si accede da una scaletta in fondo alla piazza) c’è questo posto pazzesco. E’ aperto solo dopo le 18 (le 17 nei festivi) e chiude molto tardi. Una teieria di altri tempi. A cominciare dall’arredamento che ricorda le vecchie case delle nonne, con divani e poltrone dall’aspetto vissuto, insieme a lampade basse e oggetti assurdi, di vario tipo (persino cravatte!), che però danno al tutto un’atmosfera davvero calda e accogliente. La quantità di teiere sparse nel locale è impressionante.

La carta dei tè è ovviamente ricca, troverete sicuramente qualcosa che vi piace. Da accompagnare con una delle invitanti torte poste sul bancone. Una teiera costa 4 €. Simpatico e disponibile il proprietario.

Se stai per andare a Siena leggi anche il post “cosa vedere a Siena in 1 giorno



Lascia una recensione

2 Commenti on "Dove mangiare bene a Siena e spendere poco"

Notificami
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] 3 Ristoranti a Siena: dove mangiare bene spendendo poco […]

trackback

[…] Dove mangiare a Siena spendendo poco […]

wpDiscuz