9 maggio 2013 • 3 commenti

Friday night in London! Al museo con David Bowie

Viaggi in Europa

Dopo il post introduttivo sul mio viaggio a Londra, entriamo nel dettaglio, parlando della sera del venerdì che ha ruotato principalmente attorno alla visita al Victoria & Albert Museum, con la mostra di David Bowie.

Siamo atterrati a Heathrow poco prima delle 16. Uno potrebbe pensare che ormai il venerdì sia perso, e invece no! Grazie alle aperture serali di molti musei, è possibile incominciare già a visitare qualcosa la sera del venerdì stesso, sfruttando tutto il weekend.

Noi abbiamo approfittato dell’apertura fino alle 22, per vedere la mostra dedicata a David Bowie al Victoria & Albert Museum, ma anche il British il venerdì sera chiude tardi! (se non sei mai stato a Londra parti dal British, ma io l’avevo già visto l’anno scorso).

Dopo aver mollato i bagagli in un hotel a Eartl’s Court (ottima zona, servita da 2 linee della metro e ben collegata all’aeroporto), abbiamo fatto una sosta per mangiare qualcosa: proprio in Earl’s Court Road c’è un Gourmet Burger Kitchen, un posto delizioso, dove mangiare ottimi hambuger “sani” senza troppe salse (altro che il dirimpettaio Mc donalds). Abbiamo poi visto che ce n’è un altro anche a Soho, in Frith Street.

Da Earl’s Court abbiamo preso la metro per una fermata e ci siamo spostati nel cuore del quartiere Chelsea Kensigton, dove si trova il trio di musei costituito dal V&A Museum, dal Museo della Scienza e il National History Museum.

Prima di entrare – visto che c’era ancora giorno pieno e col sole! – abbiamo allungato fino ai Kensigton Gardens, per una breve passeggiata nel verde e per fare due foto al Victoria Albert Hall (dove a fine mese si esibisce Zucchero!). Come si vede dalla macchina parcheggiata davanti è davvero una brutta zona..

Avevo letto sul sito che le prevendite erano sold-out per la grande affluenza; per fortuna ogni giorno rimettono un tot di biglietti in vendita! Carina la cosa che il venerdì sera al V&A Museum ci sia l’aperitivo al museo con tanto di musica! E i cocktail sono serviti in calici, mica come da noi (a Firenze) in bicchieri di plastica.

La mostra “David Bowie is” è molto bella: la prima parte racconta delle origini, da quando David James Bowie arrivò a Londra dai sobborghi, per sfondare con la canzone Space Oddity, che si ispirava a “Space Odissey” di Kubrick, ma era anche la risposta all’atterraggio sulla luna. Bowie giovanissimo era già avanti… anni luce!

La mostra prosegue con foto, filmati, oggetti che mostrano non soltanto questo straordinario cantante, musicista, artista, ma anche tutta una serie di oggetti e opere d’arte che raccontano l’evoluzione di quegli anni. Il clima artistico degli anni Settanta e poi la sua evoluzione con i vari personaggi (Ziggy Strdust, il Duca Bianco, ecc.) nei vari decenni. Bellissimi i costumi (ma quanto era magro!) e gli oggetti di scena. Toccante la sala degli anni berlinesi con l’intervista a Bowie che racconta come la sua fuga dagli USA sia stata necessaria per ritrovare sè stesso.

C’è anche una saletta con spezzoni video dei suoi film, come Labyrinth e Furyo (“Merry Christmas, Mr Lawrence”) e interpretazioni teatrali (eccezionale in “Elephant man”).

In tutto ci sono stata dentro 2 ore!

Sono molto organizzati, con tanto di cuffiette, peccato non si possano far foto.

La mostra dura fino all’11 Agosto. La consiglio caldamente.

La mostra è in collaborazione con Gucci.

Tornati a casa, visto che era pur sempre Friday night, ci siamo concessi una birra, pagata pochissimo, in un pub vicino l’hotel, e poi a nanna!



Lascia una recensione

3 Commenti on "Friday night in London! Al museo con David Bowie"

Notificami
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] Friday night in London! Al museo con David Bowie 9 maggio 2013 – 15:18 | 257 views […]

trackback

[…] Friday night in London! Al museo con David Bowie 9 maggio 2013 – 15:18 | 597 views […]

trackback

[…] anche Barbecoa e il Gourmet Burger Kitchen gapi.plusone.go(); […]

wpDiscuz