17 luglio 2014 • Nessun commento

Le meraviglie della Maremma e dell’Argentario

Mare

La Maremma e l’Argentario sono fra le zone più belle della Toscana, apprezzate per la varietà del loro territorio, il mare, le verdi colline, le varie zone termali e molto altro. Si tratta di due zone della Toscana assolutamente da visitare, perchè hanno tanto da offrire: le bellezze del territorio, la buona tavola, il patrimonio storico, il paesaggio…

Maremma-Toscana

La Maremma è una vasta area nella parte meridionale della Toscana, tra le province di Livorno e Grosseto, nota per la sua storia, l’arte, i parchi naturali e i vari siti archeologici. La zona ha radici storiche che risalgono al tempo degli Etruschi (e successivamente dei Romani), e molte sono le testimonianze, come il sito archeologico della città etrusca di Roselle e i centri di Sovana, Vulci, Vetulonia, Populonia…

La Natura in Maremma

Oltre alla storia e all’archeologia non scordiamoci che la Maremma offre tantissimo anche dal punto di vista naturalistico.

immagine-2-riserva-naturale-Diaccia

In base agli itinerari che decidete di percorrere potrete incontrare una vasta varietà di specie animali e vegetazione. La Riserva Naturale di Diaccia Botrona è un’area protetta che ospita un raro ecosistema, caratterizzata da una vegetazione diversificata e una fauna caratterizzata soprattutto da particolari specie di uccelli tra cui i fenicotteri.
Una delle principali attrazioni della riserva naturale è la cosiddetta Casa Rossa d’epoca settecentesca e realizzata da Leonardo Ximenes per ultimare il lavori di bonifica che interessavano l’intera zona. Per la sua visibilità “Casa Ximenes” rappresenta oggi una sorta di elemento identificativo nel vasto territorio della riserva motivo per cui l’edificio è stato ristrutturaro e reso come sede del Centro Visite a servizio della Riserva.

porto-santo-stefano

Il mare dell’Argentario

Molto interessante il promontorio dell’Argentario, che affaccia sul Mar Tirreno; un posto incantevole che merita di essere visitato. E’ un’isola collegata alla terra ferma, raggiungibile passando da Orbetello, intorno al quale si estende l’omonima laguna, riconosciuta come una delle aree umide pià note d’Italia, e area protetta per la grande varietà naturalistica e faunistica, e soprattutto per la presenza di diverse specie di uccelli.

L’incantevole costa dell’Argentario è caratterizzata da diverse insenature e calette raggiungibili principalmente via mare. Alcune sono raggiungibili anche via terra, ma l’accesso spesso non è segnalato. Le spiagge sono sabbiose o di sassi, e non è sempre semplice raggiungerle, ma di sicuro la fatica del percorso da fare, verrà ripagata.

immagine-4-Argentario

L’Argentario si trova all’interno del Parco dell’Arcipelago toscano, che include le isole – Giglio, Giannutri, Elba, Montecristo, Capraia… – è una grande area marina protetta, che suscita interesse a livello internazionale. Proprio dall’Argentario partono i traghetti o le escursioni per alcune di queste isole.
Restando sulla terra ferma, non lontano da Porto Santo Stefano, da non perdere assolutamente è “la cala del gesso“. Un’insenatura di grande bellezza, che potrete ammirare mentre percorrete il percorso panoramico, che vi condurrà in una delle spiagge più incantevoli dell’Argentario. Durante l’escursione potrete notare la presenza di un’antica torre d’avvistamento che risale al XVI secolo. Purtroppo ci si accede solo a piedi, da un percorso non proprio facile da individuare (si passano alcuni cancelli di proprietà privata!).

Tra le località più famose, ci sono Porto Santo Stefano, con il suo caratteristico lungomare disegnato da Giorgetto Giugiaro e Porto Ercole l’antico borgo di pescatori.

Dove soggiornare

Come struttura ricettiva mi sento di consigliare il Saturnia Tuscany Boutique Hotel & SPA che si trova nella zona termale di Saturnia in una bellissima zona collinare con vista panoramica. La struttura è un albergo 4 stelle di recente ristrutturazione, ha camere e appartamenti con cucina, molto spaziosi e luminosi, una favolosa piscina a sfioro e poi il centro benessere nel quale è possibile usufruire di una moltitudine di trattamenti wellness. Lo staff è gentile. Da Saturnia si raggiunge facilmente tutta la costa toscana.

immagine-6-saturnia-tuscany-hotel
Dove mangiare in Maremma

Se volete provare la vera cucina locale consiglio la Taverna Etrusca nel borgo medievale di Sovana. Il ristorante è molto bello esteticamente, ricavato dal restauro di un antico locale del XIII sec. nel quale sono presenti mura in pietra e imponenti travi in legno. La cucina è elaborata, non scontata, per quanto riprenda i piatti della tradizione legata al territorio. Otime le pappardelle e – per chi lo ama – il cinghiale in umido con olive, che si scioglieva in bocca per quanto era tenero.

immagine-5taverna etrusca



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz