Promo »

17 luglio 2012 – 16:47 | 586.375 views

Ecco il mio post sulle spiagge più belle di Cefalonia
Cefalonia è un’isola abbastanza grande, perciò di spiagge e calette ce ne sono per tutti i gusti. Le più famose sono di sassi, ma per fortuna …

Leggi l'articolo completo »
Weekend in Italia

Le città d'arte: da Firenze, Venezia, Roma ai borghi nel Chianti, in Umbria o in Trentino.

Mare

La Toscana, il Sud dell'Italia, la Grecia, la Spagna, il Mar Rosso, cercando l'acqua cristallina.

Viaggi in Europa

Le capitali che non ti stanchi mai di vedere: Londra, Madrid, Parigi, Dublino.

Natale e Capodanno

I mercatini di Natale e le idee per festeggiare l'ultimo dell'anno.

Grandi viaggi

Il mio viaggio in Giappone, a New York, in Tailandia e in Africa, per ora!

Home » Weekend in Italia

Lo zoo di Pistoia

Inserito da on 6 aprile 2017 – 10:23 | 105 views
tigre-zoo-pistoia

Ricordo di esser stata allo Zoo di Pistoia quando ero bambina, con i miei genitori. Allora non avevo la coscienza animalista che ho oggi. Ricordo poco, se non le giraffe e gli elefanti (forse perchè mi sembravano così giganteschi!). In età più adulta ho cominciato a evitare qualsiasi luogo che ingabbiasse gli animali, al punto tale da non rimetterci più piede fino a pochi mesi fa.

giraffa-pistoia-zoo

 

Lo zoo di Pistoia è cambiato

Le cose cambiano, non solo per me… dall’idea originale di Raffaello Galardini, che costruì il giardino zoologico, inaugurato il 19 aprile 1970, per mostrare da vicino animali mai visti, le cose sono evolute, a cominciare dagli anni Duemila, quando il concetto stesso dello zoo non è stato più quello di avere un parco per sfoggiare gli animali catturati, quanto al contrario un luogo di recupero di alcune specie o protette o nate e cresciute in cattività. Insomma un ambiente dove cercare di dare dignità ai poveri animali cresciuti in cattività, spesso sottratti a circhi o collezionisti privati.

tigre-zoo-pistoia

Mi sono state raccontate, da un frequentatore habitué, le tristi storie di alcuni di questi animali, soprattutto quelli esotici, abbastanza raccrapiccianti. Ad esempio a una delle tigri, che proviene da un circo, erano stati strappati gli artigli per evitare che graffiasse i suoi addestratori; questa tigre è addirittura il frutto di un incrocio, mi pare, fra una tigre siberiana e una tigre malese, e non potrebbe mai sopravvivere fuori da qui.

gabbia-tigri-zoo-pistoia

Il giardino zoologico partecipa a programmi internazionali di conservazione di animali minacciati di estinzione, come il leopardo.

leopardo-zoo-pistoia

In altri casi, come per il lupo o l’orso, l’idea è quella di sensibilizzare le nuove generazioni sulla scomparsa di animali che storicamente popolavano la nostra terra e arginare l’odio dell’uomo verso queste razze. Anche per gli orsi nuova gabbia dal 2005, oltre a pannelli esplicativi per bambini.

C’è anche la volontà di ripopolare specie in via di estinzione: stanno cercando di far accoppiare alcune specie fra loro. In alcuni casi è successo spontaneamente, come la piccola zebra nata qualche anno fa, Elia (nato il 18 dicembre 2014) e diventato una piccola celebrità.

Per gli animali meno adatti al nostro clima, è stato previsto un trasloco: per fortuna l’orso bianco non deve più patire le torride estati toscane.

orsi-bianchi-zoo-pistoia

 

Nuovi spazi per i felini

Abbiamo deciso di portare nostro figlio allo zoo di Pistoia, dopo che un caro amico mi aveva rassicurato che le cose erano cambiate da quando l’avevo visitato io negli anni 70. Fra i ricordi di bambina c’erano le immagini di gabbie abbastanza piccole, con animali tristi, lo sguardo rassegnato, costretti a vivere in spazi di pochi metri quadri.

com-e-lo-zoo-di-pistoia

Per fortuna le cose oggi sono un po’ diverse. Per i felini sono stati creati spazi più ampi e curati. E come dicono i cartelli, con i nostri soldi del biglietto d’ingresso possiamo aiutare a creare nuovi spazi.

zoo-moderni

Nel 2003 è stata ampliata e ristrutturata l’area delle tigri, nel 2004 invece è stata rifatta l’area del leone e della leonessa. Loro possono girare in un’area circondata da piante e i visitatori possono osservarli da dietro a un vetro.

leonessa-zoo-pistoia

Ma non fissateli troppo… potrebbero arrabbiarsi e ruggire di brutto! e vi assicuro che anche se vi separa uno spesso vetro, incutono lo stesso un bel po’ di timore.

gabbia-dei-leoni-zoo-pistoia

Quando sono stata io stavano ultimando la nuova area degli elefanti. Meno male!

zoo-pistoia-elefante

Un luogo per bambini

Con queste premesse doverose, che dire della giornata… mio figlio di 2 anni si è molto divertito. Forse non ha capito tutto, ma davanti alle capre ha fatto il verso “beee”, davanti all’elefante era un po’ spaventato, e davanti al laghetto… sarebbe entrato dentro se avesse potuto! Lui davanti ai leoni non aveva paura!!!

zoo-per-bambini-pistoia

E ogni volta che c’era qualche tipo di pannello interattivo, anche se pochi, lui provava subito a toccare o capire cosa fosse.

zoo-per-bambiniOltre agli animali, c’è anche una piccola area con i giochi, che a lui è piaciuta.

Nel parco ci sono aree per fare pic nic e ovviamente bar self service (non molto fornito fuori stagione). C’è anche un ristorante, ma se potete andate a Pistoia città, che trovate di meglio.

L’area degli spettacoli: Incontri Bestiali

spettacolo-rapaci-zoo-pistoia

Molto carine le attività fatte per i bambini, nel teatrino che si chiama Incontri Bestiali.

Una ragazza bravissima ha raccontato storie su gufi, poiane, barbagianni e altri uccelli rapaci, facendoli volare a pochi centrimetri da noi. Anche nel suo caso la volontà di sensibilizzare verso l’importanza di questi animali che spesso contribuiscono alla salvaguardia del nostro habitat. Oltre a essere utili anche per l’agricoltura, visto che cacciano topi e insetti.

gufo-zoo-pistoia

Che animali ci sono allo zoo di Pistoia?

Attualmente allo zoo di Pistoia ci sono circa 400 animali, su un percorso di vari ettari (ma in poche ore lo girate tutto senza stress). Ci sono animali esotici, africani, ma anche animali da fattoria: asini, caprette, galline… che a volte fuoriescono dai loro recinti e interagiscono con i bambini!

mappa-zoo-pistoia

Oltre alle tigri, i leoni, le zebre, la lince – stupenda – gli elefanti, le giraffe, c’è pure una coppia di ippopotami che sguazzano e sonnecchiano…

bagnetto-ippopotami-zoo-pistoia

… e si alzano solo per mangiare! Sembrano pacifici, in realtà sono fra gli animali più pericolosi in natura.

gabbia-ippopotami-zoo-pistoia

C’è il lupo e l’orso, ma bisogna avere una bella vista per vederli, e capitare nella giusta stagione. Ci sono un paio di renne e altri animali buffi. E c’è il laghetto con i fenicotteri e altri uccelli.

laghetto-aironi-zoo-pistoia

C’è anche il rettilario con serpenti, ragni e piccoli alligatori. Brrr….

serpente

Simpatico il panda minore che scorrazza sugli alberi e nella sua casetta rossa.

panda-zoo-pistoia

Info utili sullo Zoo di Pistoia

Lo Zoo si trova subito fuori la città di Pistoia, andando verso l’Appennino. E’ ben segnalato. Uscendo dall’autostrada, si prende verso sinistra la superstrada senza entrare in città, e si va in direzione Pistoia Ovest.

Zoo di Pistoia Via Pieve a Celle Nuova 160/a Pistoia
Il sito ufficiale: https://www.zoodipistoia.it/

La pagina Facebook https://www.facebook.com/zoodipistoia

Orari:

APERTO TUTTI I GIORNI DELL’ANNO (noi siamo andati in una giornata semi invernale, con qualche goccia di pioggia, ma siamo stati bene)

DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ dalle 9,30 alle 18,00

SABATO E DOMENICA (e PREFESTIVI e FESTIVI) dalle 9,30 alle 19,00

BIGLIETTI SINGOLI

INTERI € 15
RIDOTTI OVER 65 € 14 adulti sopra i 65 anni
RIDOTTI BAMBINO € 11 bambini dai 3 ai 10 anni. Mio figlio di 2 anni non ha pagato.

elefante-zoo-pistoia

Lascia un commento