13 marzo 2017 • Nessun commento

Madrid fra arte e street food: cosa vedere

Viaggi in Europa

Torno a parlare di Madrid, città che si presta a essere visitata in un weekend primaverile…
Città dal fascino mediterraneo, a tratti quasi orientale, incomparabile simbolo della movida, del divertimento puro e libero da ogni vincolo e convenzione, regno dell’arte, della moda, dell’architettura classica e del design, Madrid continua ad incantare i visitatori offrendo loro un incessante succedersi di emozioni intense, aromi inebrianti, colori abbaglianti e sapori forti e irresistibili. Con le sue atmosfere antiche e glamour al contempo, dove il pathos della corrida si intreccia alle processioni sacre, la capitale spagnola è la meta preferita di chi ama la vita notturna, ma anche degli appassionati dell’arte, della cultura, della buona cucina, e di un modo di vivere la vita in totale libertà.

Arte Madrid Plaza de Toros

Oltre alla musica e ai locali notturni, l’arte domina la città, e in alcuni ambienti è arrivata a stravolgere completamente le tracce del passato: non sono pochi, infatti, gli spazi antichi totalmente riqualificati, e trasformati in luoghi dedicati alla cultura: concerti, mostre, performance, possibilità per gli artisti locali di farsi conoscere e apprezzare. Non solo arte, ma anche moda: è la Galeria de Cristal, un passaggio coperto di 2800 metri quadrati coperti da una cupola in mattonelle trasparenti, ad ospitare gli eventi di tendenza, le esposizioni dei giovani talenti, le sfilate dell’haute couture spagnola.

Un altro punto di riferimento per gli amanti dell’arte è il museo Thyssen Bornemiza, che proprio quest’anno celebra i suoi venticinque anni di apertura con un enorme programma di iniziative, eventi espositivi, spettacoli e incontri. Il museo che ospita le prestigiose collezioni dei baroni Thyssen, offre un percorso espositivo di oltre ottocento opere, tra le quali è inclusa una splendida sezione dedicata agli Impressionisti. Le grandi emozioni non mancano neanche al museo Reina Sofia: prima tra tutte, la suggestiva e grandiosa Guernica di Picasso, forse una tra le più drammatiche rievocazioni del Novecento.

Food Madrid Spagna

Seguendo la guida di Visitare.pro, a Madrid anche la cucina rispecchia la natura della città: vivace, pittoresca e affascinante. Ristoranti, caffè, locali tipici e bar sono sparsi un po’ in tutti i quartieri, offrendo la possibilità di gustare le specialità più invitanti della città e della Spagna in ogni momento della giornata, della sera e della notte. Caratteristica specialità dello street food, le tapas costituiscono anche una gustosa tradizione della gastronomia spagnola: si tratta di piccoli assaggi, una sorta di antipasto, che si accompagna in genere a vino, birra o sangria. Le tapas si servono ovunque, in qualsiasi caffè, nelle birrerie e nei chioschi, e possono rappresentare un’ottima alternativa alla cucina tradizionale.

Un altro appetitoso spuntino madrileno è costituito dai panini chiamati bocadillos, che la tradizione vuole ripieni di anelli di calamari fritti, ma che vengono preparati anche nella versione al formaggio, e dalle tortillas, le appetitose frittate di patate, che si possono mangiare direttamente al bancone del bar. In ogni quartiere della città è possibile trovare ristoranti, caffè e locali che offrono un’ampia scelta di squisite specialità, ma non mancano anche i fast food, veloci, economici e in grado di soddisfare qualsiasi gusto. Ricorrere ai tipici spuntini è anche un ottimo metodo per ovviare agli orari della cucina spagnola, che prevede il pranzo dopo le due del pomeriggio e la cena dopo le dieci di sera.

madrid-2111814_1280

Naturalmente, considerando il carattere cosmopolita di questa città, è facile avere a disposizione le specialità della cucina internazionale, offerte soprattutto dagli street trucks, i piccoli ristoranti “mobili”, con un riguardo particolare verso il sushi, molto apprezzato a Madrid soprattutto negli ambienti giovani e alternativi, gli hot dogs, la cucina orientale e persino la pizza.

Una visita a Madrid, anche se breve, richiede necessariamente di riservare qualche ora allo shopping: prima di tornare a casa, è d’obbligo un tour tra gli showroom degli stilisti locali, con la possibilità di scegliere tra centinaia di proposte di moda pret-a-porter, scarpe, gioielli, porcellane, ma anche oggetti di design e libri d’arte.

 



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz