20 giugno 2018 • Nessun commento

Rethymno a Creta: perché sceglierla

In evidenza

E’ la terza volta che scelgo Creta per le mie vacanze estive, ogni volta cambiando zona. Quest’anno ho deciso di esplorare la zona di Rethymno e non sono rimasta delusa.

rethymno cretaRètimo, o Retimno, è una delle 4 “unità periferiche” (una cosa simile alle nostre province) in cui è divisa l’isola di Creta. La parte nord della provincia dove si trova appunto il capoluogo è molto vivace e affollata. La costa sud che si affaccia sul Mar Libico è per gli amanti della pace e tranquillità, con piccoli villaggi abbarbicati sulle montagne e spiagge quasi selvagge. Noi, per non sbagliare, abbiamo provato entrambe le opzioni! In questo post parlerò di Rethymno città, poi magari ne farò un altro dedicato a Hora Sfakion, Frangokastello e Plakia (che tecnicamente non appartiene alla municipalità di Sfakia).

Rethymno: la città vecchia

La parte più affascinante della città è il nucleo storico, un mix di stile veneziano e turco. Passeggiare fra le strette stradine dal tramonto in poi, quando sono chiuse al traffico, è molto piacevole.

Ci sono molti negozietti, anche con cose carine (non la solita paccottaglia cinese), oltre che una miriade di ristoranti e bar. L’architettura è interessante anche se capita non di rado di vedere una casa semi diroccata di fianco a un bel palazzo ristrutturato, in un’alternanza fra “brutture” e scorci graziosi.

Potreste camminare, o ancora meglio cenare, sotto un rampicante che si estende a mo’ di tetto fra due lati di un vicolo, ammirando un bel portone antico, tenuto su per miracolo da un muro scrostato. Bisogna guardare verso l’alto per notare i famosi balconi in legno, in stile veneziano, e non badare agli scheletri di edifici in cemento abbandonati da anni. Ma la Grecia è anche questo!

Da vedere: le due moschee, la fortezza, la loggia, la fontana Raimondi, il museo e il vecchio porto con il faro.

A proposito proprio lungo il porto ci sono molti ristoranti con antipatici buttadentro, non vi fermate! il cibo è mediocre e i prezzi molto più alti della media.

Potete girovagare anche dopo aver cenato, dedicandovi allo shopping o a una fish pedicure, dal momento che molti negozi chiudono fra le 22.00 e le 23.00.

Dopo una certa ora, trovate vita nei bar e nei locali sul lungo mare davanti al centro storico (), per intendersi nel tratto che dal faro arriva fino al limitare della zona pedonale. Il volume della musica viene alzato, qualche bar si trasforma in discoteca e ci sono tante persone ai tavolini a bere. Ho letto sulla guida che c’è un’altra zona per la vita notturna in un’area più esterna rispetto al centro storico, ma questa parte mi è sembrata carina.

Dove dormire

Se scegliete Rethymno come soggiorno per la vostra vacanza, secondo me le opzioni sono due:

  1. dormire nel centro storico: in uno dei bellissimi boutique hotel nascosti dietro antichi portoni in legno, con eleganti facciate di origine veneziana – se vi piace il lusso ho buttato un occhio al bellissimo Rimondi Boutique Hotel  – o addirittura nell’antico hammam turco… alcuni di questi hanno anche la piscina interna (piccola eh!). Non c’è pericolo di aver troppi rumori, dopo una cert’ora cala il silenzio e non ci arrivano neppure le macchine. In questo caso per andare al mare dovrete farvi una bella passeggiata perché le spiagge cominciano un po’ più giù. Ma assolutamente fattibile. Lo vedrei come soluzione per una coppia.
  2. dormire sul lungo mare: in uno dei tanti hotel che sono disposti fronte mare. Ce ne sono di tutti i gusti, dal lussuoso Swell Boutique hotel ai più modesti alberghi per famiglie, passando per strutture ricettive più giovanili.
    Noi eravamo al Medusa Apartments e abbiamo pagato meno di 50 € per una tripla (a giugno) con angolo cottura. Ed aveva pure la piscina. L’arredamento era modesto, ma la posizione super comoda. Le spiagge si estendono per 12 km quindi potete sbizzarrirvi a trovare il punto esatto che vi piace di più. Davanti a questi alberghi c’è solo una strada, attraversata la quale si giunge in spiaggia. Quindi massima comodità. E la sera potete andare in città o a piedi (a seconda della distanza ci potete mettere 15 minuti o più) o col taxi. La passeggiata, comoda, è un susseguirsi di ristoranti, super market (molto ben forniti) e noleggi auto o tour. Io mi terrei ad almeno 10-15 minuti di distanza dal centro, anche per motivi di parcheggio.

Dove mangiare

Tolta la parte del porto, e saltando tutti quei posti super turistici con le foto dei piatti e i menù in 4 lingue, troverete tanti ristorantini validi anche nel centro storico di Rethymno. Se adocchiate qualcosa che vi piace, leggete le recensioni online, o anche quelle di Google Maps e non sbaglierete.

Se avete fame non c’è che l’imbarazzo della scelta! Noi seguendo i consigli di Tripadvisor abbiamo provato due volte Nyn & Aei a pochi passi dalla famosa Porta Guora (la porta più antica della città).

E’ una minuscola taverna a gestione familiare, con la simpaticissima Maria, una ragazza pittoresca che sa come intrattenere i clienti. La formula proposta ci è piaciuta molto: 6 piatti di assaggi (o 11). Tutte cose buonissime a un prezzo ridicolo. E si mangia sui tavoli in mezzo alla strada, sotto le piante. La prima volta abbiamo speso meno di 30 € in tre!

Ristoranti kid – friendly

Visto che viaggiavamo con un bambino piccolo abbiamo cercato ristoranti particolarmente adatti a noi. E anche su questo c’è molta scelta, vista l’usanza di avere la kids room!

Il primato va a Costa Costa: un ristorante / bar convenzionato anche con la spiaggia di fronte (per 7 € ti danno ombrellone con due lettini e due bevute). Ci siamo fermati anche a pranzo, al suo interno, perché hanno una grande area all’aperto per far giocare i bambini con casette, macchinine, costruzioni, giochi di vario tipo. Ho mangiato abbastanza bene: insalata greca e con alcune varianti per noi, pescespada e patatine per lui. Spesa: leggermente superiore ad altri posti, ma niente di eccessivo.

Ho provato anche Agrimia: seppur in pieno centro, è un ristorante grazioso, arredato con gusto, dove abbiamo mangiato tutto sommato bene. Inizialmente non volevamo fermarci per via dei buttadentro antipatici, ma poi abbiamo visto che avevano la playroom.

Il punto di forza per noi genitori: una stanza chiusa, vicina ai tavoli, con tanti giochi, capace di attirare bambini da ogni tavolo. Nostro figlio si è divertito tantissimo, fra una portata e l’altra, e ha fatto amicizia con due bambine straniere.

Spiagge

Come dicevo, Rethymno ha una spiaggia lunga 12 km che si estende a est della città.

Ci sono tratti di spiaggi libera e tratti in concessione (5 € o 7 € per un ombrellone con due lettini, i più cari 9 €). Alcuni hanno il dj che mette la musica dopo una cert’ora! e la convenzione con il locale alle spalle: puoi ordinare un mojito o altro cocktail che ti portano sotto l’ombrellone.

Tutte hanno la doccia e molte la cabina per cambiarsi. Il tratto di spiaggia più vicino alla città, è più ampio, con molte file di ombrelloni e campi di beach volley. Nei tratti più lontani invece l’arenile si assottiglia un po’ e in alcuni punti l’acqua ha eroso la sabbia, lasciando spazio per una o due file di ombrelloni al massimo.
L’acqua è bassa, con fondale di sabbia. In alcuni punti i primi 20/30 cm sono di sassolini fini, ma niente che sia insopportabile.

Se non tira vento, si vede il fondo, l’acqua è cristallina e con molti pesciolini. Se ci sono le onde, diventa più torbida. Se c’è troppo vento e onde grosse, i bagnini fanno uscire dall’acqua.

Divertimenti per la sera

Premesso che avendo fatto una vacanza in famiglia non ho avuto modo di conoscere la nighlife greca, devo dire che Rethymno mi è sembrata una cittadina vivace. So che è una città universitaria e infatti ho notato tanti localini e birrerie piene di ragazzi a bere. Non so se ci siano discoteche dove la gente si scateni di più.

Vacanze in famiglia

Per chi invece viaggia con bambini piccoli, come nel mio caso, posso dire che Rethymno è perfetta. La spiaggia di sabbia morbida, l’acqua bassa, i tanti giochi e gli innumerevoli ristoranti con Play room rendono questo posto perfetto. Mio figlio di 3 anni mi ha chiesto quando ci torniamo!

Dove si trova Rethymno

Rethymno è una cittadina circa a metà dell’isola di Creta; dall’aeroporto di Chania (dove atterrano i voli RyanAir) ci vuole circa 1 oretta di macchina, percorrendo una strada comoda. Potete arrivarci con i mezzi pubblici o transfer oppure noleggiando una macchina. A Rethymno secondo me la macchina non serve molto, se non volete fare escursioni sull’altra costa.

Se ti piace Creta leggi anche:



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz