29 marzo 2015 • Nessun commento

Ancora Sardegna da scoprire

Mare

Più volte ho scritto post dove spiego i mille motivi per cui vale la pena visitare la Sardegna: ogni volta c’è sempre qualcosa da scoprire su quest’isola; in base alla mia esperienza personale, non c’è zona che non meriti di essere vista, e non solo per il mare.

La seconda isola più grande del Mediterraneo è ricchissima di proposte, per turisti di ogni tipo.

Arcipelago della Maddalena

La-Maddalena-Spargi-Immagine1

L’arcipelago della Maddalena è senza dubbio alcuno uno dei posti più incantevoli al mondo, ne fanno parte 7 isole maggiori e circa 50 isole più piccole, tutte al largo della Costa Smeralda, vicino alle Bocche di Bonifacio.
La Maddalena, l’isola principale, è nota anche come la Piccola Parigi, merito di un centro storico molto raffinato ed elegante nonché di una curiosa peculiarità: all’inizio del diciannovesimo secolo, le donne del posto erano solite seguire la moda francese per il proprio abbigliamento, a differenza di quanto avveniva nel resto della Sardegna.
Spargi, sulla spiaggia di Cala Corsara, è un punto strategico per esplorare i dintorni. Qui è disponibile un servizio di noleggio gommoni, il modo più semplice per spostarsi (Cala Corsara si può raggiungere solo dal mare) e trascorrere qualche ora circondati dal mare: il colore dell’acqua varia dal turchese allo smeraldo, è come osservare un caleidoscopio!

Tessuti in sughero, moda Made In Sardegna

stilista con sughero

Questa è la storia di una stilista dal talento impareggiabile nata in Gallura, Anna Grindi. La Grindi ha avuto l’intuizione di usare il sughero per realizzare degli abiti, approfittando della larga diffusione delle foreste di sughera in Sardegna. La sua prima creazione fu l’abito da sposa per la figlia e da allora molti brand di moda hanno cominciato a contattarla, interessati ai vantaggi offerti dal sughero come materia prima: il sughero è soffice, resistente alle macchie ed eco-sostenibile al 100%. Il nome del brand della Grandi è Suberis e ha una boutique a Tempio Pausania, dove si possono acquistare borse, scarpe, accessori, valigie e molti altri prodotti.

Birre artigianali sarde, sapori da scoprire

birras-festa-birre-artigianali-Immagine3

Non tutti sanno che la Sardegna è la prima regione in Italia per consumo di birre: è stato calcolato che i sardi bevono il doppio delle birre degli altri italiani, perciò è utile assaporare qualche specialità locale in occasione di eventi speciali. Oltre a ciò negli ultimi anni sono aumentati i birrifici artigianali, sparsi un po’ ovunque in Sardegna. Birras è il nome del festival delle birre artigianali sarde, nato nel 2007 e testimonianza della grande passione degli abitanti per questa bevanda. La location del festival è l’area delle miniere di Montevecchio a Guspini, (a sud di Oristano); nel corso del festival i produttori locali condividono con il pubblico i segreti del mestiere e propongono degustazioni delle migliori birre artigianali. Se pensate che le birre migliori sono solo belghe, tedesche o irlandesi, potreste restare piacevolmente sorpreso da quest’isola, un vero e proprio scrigno di tesori. Per info: www.birras.it

Musica dal vivo con vista sul mare
Musica_sulle_Bocche_con_Enzo_Favata_e_Enrico_Rava-Immagine4
Uno dei festival più prestigiosi in Sardegna è Musica Sulle Bocche a Santa Teresa di Gallura, una combinazione perfetta di romanticismo (in virtù della spiaggia Rena Bianca, il faro di Capo Testa e la piazza di Santa Lucia) e musica jazz: ogni anno ad agosto artisti italiani e internazionali suonano qui dall’alba fino a notte fonda, tra le rocce di granito scolpite dal vento e le acque cristalline del mare.

Questi suggerimenti sono il risultato della collaborazione con Obiettivo Vacanza, agenzia che affitta case vacanza complete di tutti i comfort a San Teodoro.

la cinta san teodoro



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz