14 Giugno 2019 • Nessun commento

Barcellona: 7 cose da vedere la prima volta che ci vai

Viaggi in Europa

Barcellona è una città che merita di essere vista più e più volte. Ma la prima volta che la visiti, ci sono alcuni monumenti e musei che sono un “must”. Ecco quindi la lista delle 7 cose da non perdere la prima volta che vai a Barcellona.

barcellona cosa vedere

1 – Le Ramblas

Quasi impossibile non passarci attraverso, visto che le ramblas sono lunghe ben 1 km e 200 metri e tagliano molti quartieri della città. Molte persone si aspettano chissà cosa, in realtà sono una lunga strada pedonale alberata, dove stazionano artisti di strada, bancarelle (in alcuni punti di fiori) e negozi di souvenir. Ma il selfie per Instagram è doveroso. Magari sopra il mosaico di Mirò.
Attenzione! evitate tutti i bar e locali ai lati delle Ramblas, perché sono cari e c’è molto di meglio in una città come Barcellona.

2 – Le dimore Art Nouveau

Barcellona è famosa per essere una delle città dove più si è manifestata l’Art Noveau. Non solo Gaudì, ma anche tantissimi altri artisti e architetti a cavallo fra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, l’hanno abbellita di palazzi, monumenti e opere d’arte che ancora oggi stupiscono per i materiali usati, le forme, i colori e in taluni casi gli azzardi.
Per avere un’idea di quanto fossero creativi, e a volte discordanti, gli artisti di quel periodo, fate un salto in Passeig de Gracia all’altezza del n. 43 dove sono presenti tre case, chiamate “La Manzana della discordia”, espressione di tre artisti dell’epoca.

barcellona casa batlloDelle tre la più famosa è Casa Batllò, costruita da Gaudì e oggi Patrimonio Unesco. La facciata di ceramica colorata si fa ammirare da lontano e ci rende subito un’idea di uno stile così insolito e originale, che all’interno diventa ancora più incredibile. Un palazzo dove ogni elemento architettonico è piegato all’estro di Gaudì. Consiglio caldamente la visita interna perché è un luogo magico!

3 – La Sagrada Familia

Il monumento più fotografato e noto, non solo di Barcellona, ma probabilmente di tutta la Spagna, è la Sagrada Familia. La chiesa mai terminata, sempre opera del genio di Gaudì, è un’opera incredibile; le sue guglie si stagliano alte in cielo, con un susseguirsi di simboli, elementi decorativi e giochi di luce. Iniziata nel 1882 deve ancora vedere la fine, ma i lavori vanno avanti.


Ogni volta che torno a Barcellona vado a vedere com’è cambiata e a che punto sono. Dentro ci sono entrata ben due volte e sono salita fino in cima su una delle torri (che sono altissime!), se soffrite di vertigini non fa per voi.

4 – Parc Güell

Se visiti Barcellona in estate, o comunque durante una stagione mite, devi assolutamente arrivare fino a Parc Güell, anche se un po’ più distante dal centro storico, per ammirare ancora una volta un capolavoro di Gaudì. Il grande parco ti darà l’illusione di entrare in una fiaba per bambini. La fontana lucertola all’ingresso, le casine delle fate, il bosco di pietra e la grande terrazza con i mosaici di maioliche colorate ti lasceranno senza fiato!

5 – Barri Gòtic

Il cuore della città pulsa intorno al Barri Gòtic, il quartiere medievale della città, ovvero un dedalo di stradine strette e piccole piazzette, con alcune perle da non perdere. Come la Cattedrale e il suo celebre chiostro con le oche.

chiostro cattedrale barcellona ocheSe hai tempo merita una visita il Museu d’Història de Barcelona. La zona è piacevole da girare anche per i numerosi negozietti, bar e scorci da fotografare.

6 – Casa Milà

Un altro bel palazzo da vedere, sia esternamente che internamente, è Casa Milà, ennesimo edificio progettato da Gaudì per un committente che si chiamava appunto Milà, un ricco uomo d’affari.
Viene chiamata anche La Pedrera per via del suo aspetto: un imponente palazzo di 5 piani tutto di pietra, con una superficie ondulata e bizzarra, priva di linee rette. Al suo interno è visitabile un appartamento lasciato con gli arredi dell’epoca. Ma l’attrattiva maggiore, e più instagrammata, è sicuramente il tetto.

Puoi camminre lungo un percorso che ti mostra gli oltre 30 camini, tutti di diverse forme, molti dei quali davvero singolari. Alcuni ricordano delle meringhe giganti!

7 – La Boqueria

Se oltre alla cultura, sei interessato anche al cibo, devi fare una sosta alla Boqueria, il mercato tipico pieno di chioschi che vendono frutta, dolci, pesce, e un sacco di altre specialità alimentari. In molti di questi puoi anche mangiare (ma sono molto affollati). Può esser bello anche solo passeggiare in questa esplosione di colori e odori!

Se a questo punto la tua giornata è già volata, puoi concluderla egregiamente con lo spettacolo delle fontane in Plaça d’Espanya.
Ovviamente a Barcellona c’è tanto di più da vedere motivo per il quale merita tornarci altre volte.

Qualche altra idea di cose da vedere?

  • Il Palau de la Musica Catalana: bellissima l’architettura della Sala della Musica, il soffitto policromo è uno degli elementi più fotografati. E che acustica!)
  • Il Villaggio Olimpico: una zona costruita in occasione delle Olimpiadi del 1992, a ridosso del mare, è piacevole da frequentare per i ristoranti, per fare sport o per chi ama l’architettura contemporanea.
  • Il quartiere El Born: per chi ama scoprire bar e locali carini, oltre che negozi meno turistici. E’ una zona che a me piace molto!
  • Casa Vicens: aperta di recente, è stata la prima casa commissionata a Gaudì. Merita davvero una visita, ovviamente se avete già visto Casa Batllò, la Pedrera etc.

  • Il Museo Picasso: interessante per capire l’evoluzione di questo grande pittore
  • La Fondazione Mirò: se vi piace questo artista
  • Il Castello di Montjuic: per ammirare il panorama


Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami