10 Aprile 2019 • Nessun commento

Cosa devi sapere prima di andare a Formentera

Mare

Sono stata a Formentera più volte, diversi anni fa, e la ricordo come un’isola bellissima: mare cristallino, spiagge dorate e quel mix di vita notturna e natura selvaggia che la rendevano una perla del Mediterraneo.

Formentera è sempre stata molto diversa dalla vicina Ibiza: pur essendo entrambe isole delle Baleari, separate da un tratto di mare che in traghetto si percorre in meno di 1 ora, la movida e gli eccessi delle discoteche di Ibiza erano anni luce lontano dalla pur vivace nightlife di Formentera.

So che negli ultimi anni da paradiso incontaminato, e poco conosciuta, è diventata una meta di moda, frequentata da calciatori, veline e vip.

La congiuntura internazionale (attentati, bombe, etc) che ha limitato l’accesso ad alcune destinazioni turistiche, ha spostato i flussi turistici italiani verso la Spagna, soprattutto le sue isole.

Ciò ha causato ovviamente un innalzamento dei prezzi. I ristoranti, i bar sulla spiaggia (i famosi chiringuitos) e in generale le attività per i turisti, hanno subito un rincaro. Formentera è diventata la meta desiderata da un grande numero di giovani, spesso italiani, che nel mese di Agosto la prendono d’assalto.

spiagge di formentera

Ma rimane pur sempre una destinazione da sogno! Basta scorrere i Social per trovare foto del suo mare color turchese e delle spiagge più famose: la grande Migjorn, la super gettonata Ses Illetes che non ha niente da invidiare ai Caraibi, e ancora Es Arenals, Sa Roqueta e molte altre.

Credits Photo by Jannes Jacobs

Quando andare a Formentera

Agosto è il mese più affollato, soprattutto di ragazzini e giovanissimi. Se non siete in target, vi suggerisco di scegliere un altro mese. In particolare giugno e settembre sono mesi bellissimi, meteo permettendo, nei quali troverete persone più grandi di età e spiagge finalmente più vivibili.

Luglio è un buon compromesso. Giugno è spesso scelto anche dalle famiglie, target un tempo non presente sull’isola e ora invece molto consistente. Alcuni anni può essere un po’ ventilato, ma rispetto a settembre può essere sfruttato fino a tardi.

Come arrivare a Formentera

Trasporti – Essendo un’isola potete arrivarci via mare o via aereo. L’aeroporto più vicino è Ibiza e da li, con un traghetto, potete raggiungere l’isola in circa 30/40 minuti. Le corse sono abbastanza frequenti e partono dalla mattina presto, circa intorno alle 7.00, fino a poco prima di Mezzanotte. La notte dal sabato a volte trovate un’ultima corsa notturna più tardi. Il costo dipende dalla compagnia e dalle offerte, ma più o meno siamo sulle 20 euro a tratta (quindi a/r circa 40 euro). Se avete fortuna potete trovare offerte a meno di 10 euro.
Tenete presente che a Ibiza dovrete trovare un transfer dall’aeroporto fino al porto (alcuni shuttle si fanno pagare anche 9 € per questo!).

In alternativa potete arrivare via mare dall’Italia, fino a Barcellona e poi, sempre via mare raggiungere Formentera. Anche in aereo potete fare scalo a Barcellona, ampliando così la scelta delle compagnie aeree.

Come compagnie aeree io ho usato sia la Vueling (fino a Barcellona) che la Ryanair, che in estate intensifica i voli per le Baleari.

Come muoversi sull’isola

Noleggio scooter Formentera – Essendo un’isola piccola, è consigliabile noleggiare uno scooter. L’isola è infatti grande poco più di 80 km2 e la gran parte delle spiagge e cittadine sono conentrate in un’unica area. Se aggiungete il fatto che molte spiagge non hanno grandi possibilità di parcheggio, il motorino è sicuramente il mezzo più veloce e pratico per gli spostamenti. Qui trovate

Dove dormire

Accoglienza – Ci sono vari centri abitati sull’isola, sebbene non si possa parlare di città grandi. La cittadina più famosa è probabilmente Es Pujols, dove si concentra anche la vita notturna. L’alternativa è La Savina, nei pressi del porto. In realtà l’isola è così piccola che potete dormire dove volete, anche in zone più isolate e spostarvi in motorino da una parte all’altra.

Appartamenti – Nonostante esistano diversi ottimi hotel sull’isola, personalmente suggerisco l’appartamento, che offre maggiore libertà, e cucinando ogni tanto in casa, permette anche di risparmiare sulla vacanza. Su Airbnb se ne trovano di tutti i gusti, anche a prezzi ragionevoli.



Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami