11 Agosto 2022 • Nessun commento

Silvi Marina: la perla dell’Adriatico

Mare

E’ buffo, in vita mia ho girato mezzo mondo e poi mi sono resa conto che fino a questa estate non ero mai stata in Abruzzo. Certo ci sono passata varie volte per andare in Puglia, ma non avevo mai fatto una vacanza in questa regione. Come sono finita qui?

Dove andare al mare in Italia?

Nell’estate del 2022 ho deciso di non andare in Grecia per vari motivi: il caos con gli aerei, le ferie di mio marito arrivate all’ultimo minuto, la voglia di fare qualcosa di tranquillo… ma ero un po’ spiazzata. Dopo vari anni passati sulle isole greche, non avevo la più pallida idea di dove poter trascorrere la mia settimana di mare ad Agosto.

Il problema era duplice: in Italia ad Agosto, i prezzi sono alti e in molte destinazioni si rischia troppo affollamento. Avendo scoperto di poter andare in vacanza praticamente una settimana prima, non potevo neppure contare sulla grande disponibilità. Su portali come Booking.com ho riscontrato un tasso di occupazione anche del 92%! Dove andare allora?
Ho escluso la mia regione, ovvero la Toscana, per via dei prezzi folli (a Baratti un ombrellone in 4a fila costa 25 euro al giorno), e le destinazioni troppo lontane, come Sardegna, Sicilia e Puglia, che pur avendo un mare stupendo e tanto da vedere, erano troppo distanti per il tempo che io avevo a disposizione (una misera settimana). Il mio requisito era: mare con fondali bassi adatti a mio figlio, ma che fosse pulito – quindi non la riviera romagnola – e una distanza in auto da Firenze non superiore alle 4/5 ore per non bruciarsi due giorni su sette di ferie. Anche in caso di grande traffico su una tratta corta i tempi non si allungano mai più di tanto.

Alla fine, grazie a un suggerimento di una zia che ci era stata di recente, ho scelto Silvi Marina, che si trova sulla costa adriatica poco sopra Pescara. Googlando la destinazione ho scoperto che in questa zona ci sono ancora operatori che non si pubblicizzano al 100% sui portali online. Un po’ di telefonate, un po’ di mail e alla fine ho trovato la soluzione perfetta: mare bello + prezzi onesti e senza troppo caos.

Silvi Marina – la perla dell’Adriatico

D’Annunzio, che nacque appunto a Pescara, definì Silvi la perla dell’Adriatico. E in effetti il mare qui è piuttosto bello. Certo non siamo in Sardegna ma l’acqua è cristallina. Nelle mattinate in cui il mare era calmo mi sono fatta lunghe passeggiate sul bagnasciuga e posso dire che sono rimasta sopresa dalla trasparenza dell’acqua. Forse perché alle spalle delle case e dei pochi hotel ci sono dolci colline e non fabbriche.

Silvi Marina è una località di mare molto tranquilla adatta a famiglie con bambini piccoli e alle persone anziane. Non ci sono discoteche e neppure grandi ristoranti o locali. Giusto una manciata di bar, negozietti e gelaterie. Non la consiglierei nè ai ventenni in cerca di divertimento, e neppure alle coppie che amano posticini romantici per farsi i selfie.

Ma è assolutamente perfetta per chi ha figli di 5-7 anni o anche più piccoli che qui trovano ampie spiagge di sabbia fine, e fondali adatti a entrare in acqua con dolcezza.

Dove dormire: Hotel Cirillo

Di hotel, appartamenti e pensioni – si proprio pensioni! – a Silvi Marina ce ne sono diversi. Tranne qualche eccezione hanno tutti quell’atmosfera un po’ retrò che a me non dispiace affatto. Noi abbiamo soggiornato all’Hotel Cirillo: un albergo 3 stelle a gestione familiare aperto negli anni ’50 che ha mantenuto quel mix di semplicità e accoglienza tutta italiana.

  • La posizione è top: esci dalla camera e sei in spiaggia! Davvero molto comodo. Se vuoi ti scordi l’auto per un’intera settimana. Al più prendi la bici (a disposizione). Gli ombrelloni, inclusi nel prezzo, sono ben distanziati l’uno dall’altro.
  • Camere: semplici, pulite e confortevoli. Le più belle sono quelle con vista mare: quante ore passate sul terrazzino ad ammirare il mare. Un paio di volte ho visto pure l’alba!
  • Ristorante: propone a ogni pasto tre primi e due secondi, di cui uno sempre di pesce, e un buffet intero di verdure. Grande varietà nei piatti proposti e formula pensione completa con acqua, vino, birra e coca inclusi. Direi perfetto. Ogni tanto ho trovato anche specialità abruzzesi. Degni di nota gli arrosticini nella serata a tema.
  • Animazione: due ragazze molto brave a coinvolgere bambini e adulti con un’animazione soft.

Non è un hotel lussuoso e non ha la presunzione di voler intrattenere gli ospiti a tutte le ore. Al contrario è pensato per rispettare i tempi dei clienti. Bene la piccola animazione serale, ma a un certo punto la musica viene spenta, così come le luci, e alla fine tutti a nanna!

Cosa vedere nei paraggi

Stando solo una settimana e amando il mare ho privilegiato la vita da spiaggia. Ma se amate anche la storia e la cultura, nei paraggi ci sono diversi borghi da visitare.

Oltre a Silvi paese, che è minuscolo, potete in auto raggiungere le seguenti località:

Atri – di origini antichissime, antecedenti persino ai romani (X secolo a.C.), aveva un ruolo strategico – fu alleata dell’antica Roma pur mantenendo la sua autonomia. Il suo nome originale “Hadria” ha dato il nome al mare Adriatico. Dopo il declino causato dai barbari, tornò a splendere sotto il Regno di Napoli (fra la fine del 1300 e la metà del 1700).

Da vedere la Cattedrale sorta sopra la chiesa romanica precedente, a sua volta sopra una cisterna romana, con affreschi del 1300/400 e altre belle opere, e il il Teatro Comunale inaugurato nel 1881. Una piccola bomboniera (300 posti) che ricorda il Teatro San Carlo di Napoli e ancora oggi attivo.

Fuori dal paese c’è l’Oasi WWF Calanchi di Atri, una riserva naturale istituita nel 1995 per difendere questo territorio dove rimane traccia – i calanchi – del fatto che qui 2 milioni di anni fa il mare arrivava a lambire il Gran Sasso.

La Torre del Cerrano – eretta per proteggere la costa dalle invasioni via mare, oggi al centro del Parco Marino, un’area protetta che si estende fino a 3 miglia nautiche dalla costa e si sviluppa per 7 km dei quali 2,5 km di duna sabbiosa lungo la riva, dalla foce del torrente Calvano, che attraversa l’abitato di Pineto.

Due piccoli borghi che potete visitare sono Montepagano e Mutignano.

Dove dormire

Come dicevo in zona ci sono diversi hotel e appartamenti, molti direttamente sul mare. Qui trovate una discreta selezione –>

Cosa mangiare

Come tutte le regioni italiane ci sono varie specialità gastronomiche da assaggiare. Non è un mistero che una delle cose tipiche in Abruzzo siano gli arrosticini – davvero buoni – che troverete presenti in qualsiasi ristorante o sagra. Uno dei ristoranti che più mi hanno consigliato per assaggiarli è a Campo Imperatore dalla famiglia Mucciante.

Ovviamente ci sono molti piatti a base di pesce (tutte le mattine ci sono i pescatori sulla spiaggia a venderlo!).

E tanta liquirizia: a Silvi Marina c’è lo spaccio della fabbrica Saila.

0 0 votes
Article Rating


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments