15 agosto 2013 • Nessun commento

I vini alle pendici dell’Etna

Mare

Come spesso capita nei miei viaggi, la parte eno-gastronomica assume un certo peso. Sono convinta che assaggiando i cibi e i vini di una località, si capiscono molte cose di chi ci abita. Quantomeno si vivono emozioni diverse. Ecco quindi che quando un caro amico mi ha proposto di passare insieme una giornata sull’Etna – la mattina e la pausa pranzo dedicate alla scoperta dei vini delle pendici dell’Etna e il pomeriggio a smaltire con un bel trekking! – ho accettato entusiasta. Anche perché non mi dava l’idea dei classici tour da turisti. O quantomeno non da turismo di massa.

20130815-220024.jpg

La prima tappa è stata alla Tenuta Scilio, a Linguaglossa (650 metri sul livello del mare, sull’Etna) per “fare rifornimento” per la scalata pomeridiana. Oltre ad essere un’azienda che produce vino biologico, è anche un agriturismo.

Da qualche tempo (poco a dire il vero) si sente parlare di Etna rosso anche fuori dalla Sicilia, nonostante in questa zona il vino si produca da millenni (lo cita persino Omero). Fa piacere che si cominci a guardare alle eccellenze dei vini rossi di questa particolarissima area, con caratteristiche uniche nel terreno (vulcanico) e nel microclima, in cui la vicinanza all’Etna è contrastata da quella con il mare. A Firenze mi era capitato di assaggiare l’Etna Rosso di Girolamo Russo e altri vini meno noti a una cena siciliana doc. Ma la mia conoscenza si fermava qui.

Il mio amico Luca mi ha portato quindi a pranzo in un posto fantastico, di quelli che non ti aspetti di trovare qui. Si chiama Cave Ox. Definirlo ristorante o wine bar è riduttivo. E’ un luogo per chi ama assaggiare buoni vini. Potete mangiare un piatto di pasta o una pizza, bevendo vini di altissimo livello.

L’ambiente è semplice, noi abbiamo mangiato fuori, su seggioline di plastica, in una corte fra tralci di vite e muri di pietra lavica. Il titolare Sandro è una persona molto alla mano, ma al tempo stesso estremamente preparata. Se vi piace il vino, è un posto favoloso dove confrontarsi, parlare, degustare vino. Esperti e appassionati vengono da ogni parte del mondo (e magari molti residenti non sanno neppure che esiste!).

Appena arriva la carta dei vini, rimarrete impressionati. Non è solo una questione di bottiglie costose, ma di proposte particolari. Qui potete bere per esempio una bottiglia di Magma Rosso, la creazione di un personaggio incredibile come il belga Frank Cornelissen, che vede ogni intervento dell’uomo sulla natura come qualcosa da evitare profondamente. E per intervento umano intende anche arare la terra! Comunque in carta trovate vini biologici locali a prezzo più che accessibile, ma anche ottimi Barolo o Champagne.

Noi abbiamo comunque deciso di mangiare qualcosa per non affrontare il vino a stomaco vuoto. Così ci siamo affidati a Sandro che prima ci ha portato un piatto misto di assaggi (uno più buono dell’altro).

A seguire ci siamo divisi due primi piatti, anche questi deliziosi: uno spaghetto con zucchine e fiori di zucca e una linguina con una sorta di fagiolino locale, secondo una ricetta “della nonna”.

Un nostro amico che è della zona, si è emozionato perché dice che non mangiava questo piatto, da quando era bambino. Inutile dire che era tutto ottimo.

Per finire un tris di granite, che non avevamo chiesto, ma abbiamo gradito! Tutte fatte da loro, con 4 gusti: limone, pesca, mandorla e caffé.

Se vi state domandando che cosa abbiamo bevuto: abbiamo assaggiato varie cose, e poi abbiamo ordinato una bottiglia di Etna rosso Archineri di Pietradolce (3 bicchieri Gambero Rosso).

E dopo questo bel pranzetto… ci attendeva una bella scarpinata: la salita sull’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa!

Se amate il vino, fate una sosta in questo posto, anche a pranzo. Ne vale la pena.

Cave Ox
Via Nazionale, 159
95012 Solicchiata (Catania)
tel: 0942 986171, 328 1349683

 



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz