2 marzo 2018 • Nessun commento

Il glamping? molto kid friendly

Weekend in Italia

Da quando sono mamma ho cambiato modo di viaggiare. Se prima alternavo viaggi avventurosi a soggiorni relax del tipo camera d’hotel / spiaggia e ritorno, ora che ho un bambino piccolo cerco e apprezzo soluzioni che possano far riposare me e al tempo stesso far divertire lui.
Una delle cose che ho capito funzionare di più, è avere uno spazio esterno alla camera dove dormiamo, per farlo scorrazzare, girare in bici, giocare, asciugarsi se è bagnato… tutte cose che infatti milioni di persone trovano nei campeggi.

Io personalmente i campeggi non li ho mai amati troppo: non tanto per la vita spartana o per alcuni che sono un po’ sudici, quanto per il poco spazio a disposizione a livello personale. Dormire in una tenda lo trovo scomodo, e neppure la soluzione camper o roulotte mi ha mai convinto.
E che dire del bagno in comune? detestavo svegliarmi nel cuore della notte per andare alla ricerca del bagno più vicino, che magari non era neppure pulitissimo.
Certo ne ho fatte di vacanze on the road, ma quando avevo 20 anni… ora con un figlio mi farebbe una fatica. Basta pensare al discorso del cambiargli il pannolino o lavarlo la sera.

Mi sono sempre domandata come mai nessuno abbinasse il confort di una camera un po’ più bellina, da hotel, con la vita da campeggio. So che in molti campeggi esistono i bungalow, ma spesso sono strutture super spartane, poco pratiche e diciamolo pure, non molto accoglienti.

Glamping: una soluzione kid-friendly

Ecco perché mi sono incuriosita quando ho sentito parlare dei primi glamping (glamour camping).
Mi sono sembrati subito una grande idea; finalmente puoi dormire in un letto vero – ma quanto è scomodo dormire per terra sui materassini da campeggio – senza dover rinunciare al concetto del campeggio. Dopo i primi timidi tentativi ispirati ad altri Paesi europei, questi campeggi “lussuosi” si stanno diffondendo anche da noi.

I glamping in Italia sono spesso in luoghi bellissimi, immersi nella natura, che so in Toscana o sulle Dolomiti…

Cercano di rispettare l’ambiente dove sono progettati e uniscono lo stile di vita all’aria aperta, con i confort di un hotel vero e proprio, a cominciare dal letto!

Non so se per via del fatto che sono concept nuovi o è merito di chi li ha inventati, spesso sono progettati per essere innovativi negli spazi, nella fruizione, e pure un po’ divertenti nel design. Un po’ quello stile nordico al quale Ikea ci ha abituato.

Che dire, li prendo in considerazione per la mia prossima vacanza di famiglia!



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz