15 febbraio 2018 • Nessun commento

In Grecia con bambini: 3 isole adatte alle famiglie

In evidenza

Ormai sono alcuni anni che ho scelto la Grecia come destinazione prediletta per le mie vacanze estive, quelle del mare. Soprattutto da quando è nato mio figlio. Questa scelta è dettata da varie considerazioni: innanzitutto costa meno andare in un’isola greca, con volo e tutto il resto, che stare una settimana in Italia! Ne ho avuto prova la scorsa estate quando una settimana a settembre all’isola d’Elba, mi è costata tre volte tanto una settimana a Creta. Non tanto per il soggiorno, quanto per tutti gli extra: mangiare, trasporti, attività…
La seconda motivazione riguarda il clima: se è vero che la scorsa estate si è distinta per essere fin da subito caldissima, ricordo alcuni anni precedenti che ancora a metà giugno era troppo freddo per andare al mare e fare il bagno. Mentre in Grecia ho fatto il bagno con mio figlio piccolo già nei primi 10 giorni di giugno. E per tutto settembre e ottobre inoltrato non hai problemi di temperatura.
Infine una questione relativa all’accoglienza, che mai avrei voluto scrivere. Ovvero ci sono posti in Italia dove il turista non è così benvenuto. Non voglio parlare di altre Regioni, così nessuno si offende, ma voglio infamare la mia Toscana, nella quale sembra che di turisti ce ne siano fin troppi a giudicare da come ti accolgono nei ristoranti, nelle spiagge e negli hotel. Incredibilmente ho trovato più gentilezza e disponibilità in molte taverne greche. E anche molte più attrezzature e strutture kid friendly! E dire che in tanti ritengono che le isole greche non siano adatte ai bambini.

Con questa premessa dove andare con un bimbo piccolo in Grecia?

Escluderei Mykonos e Santorini, più legate a un turismo di coppia o di amici. E mi concentrerei su isole più tranquille, ovviamente servite dalle rotte Ryan Air, che se devo passare metà del tempo in trasferimenti, poveri i miei bambini!!! Ecco le mie 3 preferite. Ci tengo a precisare che nessuna di queste tre isole presenta quei panorami da cartolina con le casette bianche e blu, che si vedono per esempio alle Cicladi. E che in tutti i casi, in qualsiasi isola della Grecia voi decidiate di prenotare una vacanza, è caldamente consigliato il noleggio di un’auto.

Creta

Al primo posto metto Creta, che per le sue dimensioni e morfologia offre tanta varietà per le famiglie. Sia a livello di hotel, villaggi, appartamenti, che proprio parlando di spiagge. Ho ancora nel cuore la stupenda spiaggia rosa di Elafonisi e non voglio menzionare la laguna di Balos. Se poi amate la cultura come la sottoscritta, allora potete anche visitarvi una cittadina storica e vivace come Candia, il museo di Heraklion o l’antica Cnosso, legata al mito di Arianna e del Minotauro.

Cefalonia

Ricordo con grande nostalgia questa isola così poco conosciuta, capace di offrire spiagge tranquille e poco frequentate – c’è di meglio rispetto alla celeberrima Myrtos – alcune con noleggio di ombrelloni a prezzi irrisori. Se andate con i bambini, si divertiranno, spero, a vedere la famosa tartaruga marina Caretta Caretta. In generale l’ho trovata un’isola molto “naturale”, diciamo brulla e montagnosa. E anche piuttosto grandina!

Kos

fare il bagno a kos

Un’altra isola capace di coniugare bel mare e storia. Per me è stato bello alternare giornate di relax in riva al mare, a escursioni giornaliere alla scoperta di rovine archeologiche. E’ abbastanza piccola da poter essere girata velocemente, ma non troppo smorta. Anzi, ho trovato alcune cittadine vivaci come Kos Town e Kardamema. E se non ci sono problemi di sicurezza, stra-consiglio di fare una giornata a Bodrum (Turchia) per fare shopping sfrenato. Ci si arriva in traghetto in circa 1 oretta.

In tutte e 3 queste isole ho trovato mare bellissimo, pulito, senza meduse né inquinamento. E spiagge per ogni gusto: sabbia, ciottoli, sassi. Ah, e non scordiamoci l’ottima cucina greca!



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz