15 aprile 2015 • 1 commento

Sulle orme della via Francigena

In Toscana

Da qualche anno a questa parte, un gran numero di viaggiatori da tutto il mondo si è appassionato al turismo “lento”, eco-sostenibile, rilassato e interamente dedicato a destinazioni immerse nella natura incontaminata, oppure ricche di tradizioni e storie da raccontare. Poter viaggiare senza fretta è un privilegio da cogliere per assaporare il gusto inconfondibile di borghi romantici, distese di verde infinite, chiese dal fascino unico, castelli maestosi e accoglienti dimore circondate da dolci colline.

Fare tutto questo in Toscana può significare seguire il cammino della Via Francigena, itinerario le cui radici affondano nel Medioevo. Che voi decidiate di fare il cammino a piedi, in bici o auto, potete partire e fermarvi in vari punti, dal momento che l’intero percorso è suddiviso in comode tappe. Una delle 15 tappe toscane della Via Francigena, passa da Monteriggioni, vicino Siena e nel cuore del Chianti.

Seguire i passi dei pellegrini a Monteriggioni

La-Via-Francigena-a-Monteriggioni-1

Qual è il segreto della bellezza di Monteriggioni, piccolo borgo fortificato che sorge su una collina? Forse le sue torri perfettamente integre, le dimensioni minuscole, il suo esser rimasta ferma al passato?

Lo scorrere del tempo ha reso sempre più bella questa città medievale, scelta frequentemente come set per spot pubblicitari, film e persino per il celebre videogioco Assassin’s Creed (in questo caso il borgo è stato ricostruito digitalmente e non è del tutto corrispondente alla realtà… tuttavia il videogame ha contribuito a fa conoscere una gemma nascosta della Toscana).

Per avere un’idea di cosa doveva essere nei secoli scorsi la città, consiglio di capitare da queste parti nel mese di luglio, ovvero quando c’è la manifestazione “Monteriggioni di Torri si Corona” con rievocazioni storiche, duelli fra cavalieri, mercatini degli artigiani e stand gastronomici dove è obbligatorio pagare con l’antica moneta locale, il “grosso”.

monteriggioni di torri si corona con monete

Nel Medioevo i pellegrini erano soliti raggiungere questo borgo provenendo da San Gimignano, oggi seguire questo itinerario non equivale solo a fare un percorso spirituale, bensì fa vivere un’esperienza coinvolgente che fonde insieme l’incanto dei capolavori dell’uomo – palazzi storici, chiese, monumenti – e la bellezza della natura: le colline del Chianti, il rigoglioso bosco della Montagnola senese, i colori vividi della Valdelsa.

Percorrere la Via Francigena anche solo per un breve tratto vi consentirà di apprezzare al meglio la provincia senese, destinazione ricercata da chi conosce l’importanza del benessere interiore, ingrediente essenziale della felicità. I viaggiatori interessati a portare con sé una testimonianza del pellegrinaggio possono richiedere la carta credenziale, che viene timbrata a ogni sosta e diviene così un ricordo dell’itinerario intrapreso. Per conoscere nel dettaglio questo tratto basta consultare il sito della Regione Toscana dedicato a Monteriggioni e Siena: www.regione.toscana.it

Via-Francigena-2

Tour del 25 Aprile con arrivo a Monteriggioni

Periodicamente sono organizzati tour guidati, ad esempio il 25 Aprile è in programma un tour che parte dal Santa Maria della Scala a Siena fino all’Abbazia di San Salvatore all’Isola, un itinerario di 20 km che include una visita guidata al Pellegrinaio (che ospita una serie di affreschi del XV secolo), la camminata fino all’eremo di San Leonardo al Lago, un concerto di musiche medievali nel pomeriggio, la visita al Castello della Chiocciola, l’arrivo a Monteriggioni e infine l’ultima tappa ad Abbadia Isola, dove si terrà un concerto per pianoforte all’interno dell’abbazia. Questa è una delle possibilità per esplorare i dintorni di Monteriggioni e fare una vacanza ricca di cose da raccontare.

Per altre informazioni sulla Via Francigena consultare il sito www.francigena.beniculturali.it.

Un piccolo borgo medievale dal fascino immutabile

Colleciupi-3

Credits foto: Bruno Bruchi

Fra i numerosi borghi che punteggiano questa zona della provincia senese, c’è Colle Ciupi, caratterizzato dalla presenza di case contadine immerse nel verde. Uno dei monumenti più belli da visitare è la piccola chiesa romanica di S. Lorenzo, impreziosita dagli affreschi attribuiti alla scuola di Duccio di Buoninsegna. Per arrivarci basta superare di pochi km Monteriggioni, proseguire lungo la Cassia qualche curva in direzione Siena, e dopo aver lasciato l’auto in corrispondenza del ristorante Il Ceppo farsi una bella passeggiata nella campagna. Nelle vicinanze sorge un fortilizio la cui torre rettangolare spicca nel paesaggio suggestivo della campagna.

Proprio qui vicino si trova il Relais La Costa, una dimora di charme che risale al Medioevo e ospitava proprio i pellegrini che seguivano la Via Francigena diretti a Roma.

relais campagna senese

Grazie ai suggerimenti dei proprietari del Relais potrete trascorrere un soggiorno memorabile lungo il percorso più prestigioso dello “slow tourism” e a pochi passi dalle attrattive irrinunciabili come Monteriggioni e Siena.

Monteriggioni-Montagnola-Senese-4Credits Foto Monteriggioni Montagnola senese https://www.flickr.com/photos/mettamatt/8882974444/ by Matt Westgate https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/



Lascia una recensione

1 Comment on "Sulle orme della via Francigena"

Notificami
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] Come avevo anticipato in un altro post, da ben 25 anni in estate si svolge una festa medievale – “Monteriggioni di torri si corona” – che vede l’intero abitato trasformarsi e fare un salto indietro nel tempo. All’ingresso del paese c’è il cambia valuta: si scambiano gli euro in “grossi” (il cambio è di 1 a 1), riproduzione di antiche monete locali, da usare per pagare qualsiasi cosa voi acquistiate all’interno. […]

wpDiscuz