13 Dicembre 2019 • Nessun commento

Gite di 1 giorno da Londra: Hampton Court Palace

Viaggi in Europa

Torno, a distanza di mesi, a scrivere sul blog, per raccontare di questo bellissimo palazzo che ho visitato durante la mia vacanza inglese.

hampton court palace

Hampton Court Palace è famoso per esser stato la Reggia di Enrico VIII, il re che tutti conoscono per la turbolenta vita sentimentale – ebbe 6 mogli, di cui la più nota è Anna Bolena, finita decapitata dopo neppure 1000 giorni di matrimonio – e per aver provocato, a causa di ciò, la scissione della chiesa anglicana da quella cattolica.

enrico VIII

La storia di Hampton Court Palace

Ma andiamo con ordine. Il palazzo divenne di proprietà di Enrico VII nel 1528, pochi anni dopo che il Cardinale Wolsey, suo Primo Ministro, lo aveva comprato e abbellito con grandi investimenti. E in effetti oggi ha un aspetto maestoso, con grandi saloni dove un tempo si tenevano banchetti e feste alla corte dei Tudor.

hampton court palace great hall

A seguito di varie vicissitudini, ben spiegate durante la visita, il cardinale cadde in disgrazia e quindi donò il palazzo al re, sperando così di rientrare nelle sue grazie.

Il palazzo è sopravvissuto a regnanti, guerre e incendi, e dopo le opportune ristrutturazioni, nel 1990 è stato riaperto al pubblico. Fa parte degli Historic Royal Palaces, ovvero la Fondazione creata per gestire i Palazzi reali non occupati (fra questi ci sono la Tower of London e Kensington Palace, per nominare i più celebri). Più info le trovate infatti qui: https://www.hrp.org.uk

royal palaces united kingdom

All’interno di Hampton Court Palace troverete alcune opere d’arte di rilievo, ma non aspettatevi i fasti di Versailles o delle corti rinascimentali italiane. In questo caso è l’edificio in sè a essere molto affascinante, con la storia che si porta appresso, così come il parco esterno, molto vasto, e caratterizzato da varie tipologie di giardini.

royal garden

Per la ricchezza del percorso espositivo è l’ideale per passare una giornata o anche una mezza giornata. Se volete fare tutto quello che offre impiegherete non meno di 5-6 ore. Ovviamente potete anche saltare alcune parti e vederlo più velocemente, come abbiamo fatto noi. Avendo un bambino di 4 anni non potevamo certo tenerlo tutto il giorno a vedere musei!

Per noi è stata una buona soluzione per passare all’asciutto una giornata di pioggia e vento (nonostante fosse metà Agosto!). Se avete più fortuna e lo visitate con una bella giornata, potete pensare di dedicare una buona parte di tempo all’esterno, nelle grandi aree verdi.

hampton court palace ingresso

La visita è ben organizzata: insieme a una mappa, vi verranno date audioguide in più lingue con percorsi tematici da seguire. Non li ho fatti tutti, ma sono molto ben strutturati.

Finalmente ho capito un po’ meglio l’intricata storica di Enrico VIII, della sua prima moglie Caterina che ha amato per 20 anni, ma che non gli ha mai dato l’erede maschio che desiderava, e della successiva Anna Bolena. La storia delle varie mogli, amanti e sfortune reali, sono raccontate insieme a nozioni storiche e politiche che aiutano a capire molto il ruolo dell’Inghilterra nei vari secoli.

Una visita per le famiglie

Consiglio Hampton Court Palace in particolar modo alle famiglie: ho trovato diversi piccoli accorgimenti che possono far divertire i bambini.

All’ininzio della visita viene consegnato del materiale illustrativo (gratuito) pensato per i più piccoli, con cui possono divertirsi lungo il percorso espositivo. Lo troverete nel punto in cui vi consegnano le audioguide (anch’esse incluse nel prezzo).

In generale la ricostruzione storica delle varie sale, oltre che accurata e sensoriale (rumori, luci, odori), in alcuni casi è anche interattiva. Per esempio nelle cucine ci sono le riproduzioni di alcuni alimenti e stoviglie che i bambini possono toccare con mano! Ci sono anche attori che recitano dei testi per rendere il tutto… vivo!

Infine per i bambini vengono organizzate attività con attori vestiti in costumi del periodo, nonché duelli fra cavalieri nei giardini. Certo, sono tutti in lingua inglese. Ma ho notato che molti bambini si divertono anche se non comprendono tutto.

Per chi ha bimbi molto piccoli c’è una stanza nursery dove le mamme possono allattare in tranquillità e i bimbi gattonare su un pavimento morbido.

I giardini e il labirinto di Hampton Court Palace

Se l’interno è interessante, altrettanto meritevole di essere visitato è tutta la parte esterna. Fra giardini di rose, fontane, aiuole di fiori, siepi…c’è da sbizzarrirsi.

La prima tappa per me è stata il labirinto (The Maze) per il quale nutro una grande passione. Nonostante la pioggia ci siamo molto divertiti con nostro figlio a perderci fra le siepi del 17esimo secolo.

the maze hampton court palace

Abbiamo poi passeggiato fra prati tenuti alla perfezione e alberi potati con forme geometriche, ammirando da lontano il parco con i 300 cervi che girano in libertà (una volta era riserva di caccia reale).

Ma la vera attrazione per i bambini è il parco giochi (The Magic Garden) quasi all’esterno del palazzo, ovvero un’area per giocare in libertà con scivoli, grotte dove arrampicarsi e nascondersi, castelli con percorsi sopraelevati, prati finti di tessuto morbido per rotolare, e torri che ricreano lo stile dei vecchi tornei.

Il pezzo forte è un drago gigante, circondato da sabbia e giochi d’acqua. Se ci andate con la giornata giusta portatevi asciugamani e cambio di vestiti! I vostri figli impazziranno. Purtroppo noi abbiamo trovato la giornata sbagliata!

Curiosità: presso Hampton Court Palace c’è un antico campo da tennis coperto, che è il più antico campo da tennis ancora in uso al mondo. Ancora oggi è usato da una selezione di 700 soci.

Per quanto riguarda la ristorazione, sono rimasta abbastanza delusa dalla caffetteria interna: poca scelta e sapori discutibili. Pertanto vi suggerisco di organizzarvi con panini o altro (nei dintorni trovate ottimi supermercati).

Tolto questo aspetto, nel suo complesso consiglio la visita a Hampton Court Palace.

Una gita a 1 ora di distanza da Londra

Hampton Court Palace è la destinazione ideale per una gita di un giorno da Londra. Sia che vi muoviate in auto come noi, che abbiamo visitato i dintorni di Londra in lungo e largo per una decina di giorni, o che preferiate spostarvi con gli efficienti mezzi pubblici inglesi, questa località è facilmente raggiungibile da Londra.

hampton court palace royal

In treno: dalla stazione di London Waterloo con il treno impiegate 35/40 minuti. La stazione ferroviaria di arrivo è vicina al palazzo, a piedi sono pochi minuti, quindi è decisamente fattibile.

In auto: teoricamente ci potreste mettere meno, ma dipende dall’orario in cui vi spostate. Ho scoperto sulla mia pelle quanto possono essere congestionate la strade inglesi. Tuttavia non penso ci voglia più di 40/50 minuti. Il parcheggio è grande e costa il giusto.

In autobus o altro mezzo su gomma: si può raggiungere Hampton Court Palace anche con alcuni autobus, o con i tour guidati che partono da Londra che includono anche il biglietto d’ingresso.

In bicicletta: per i più sportivi, potete raggiungere Hampton Court Palace anche in bici, pedalando lungo il Tamigi per un po’ più di 1 ora. Le piste ciclabili sono ottime (merito di Boris Jhonson) e i ciclisti sfrecciano a velocità sostenuta indisturbati (le chiamano autostrade per le biciclette!!!)

Per tutte le info su orari e prezzi: https://www.hrp.org.uk/hampton-court-palace/

Ultimo consiglio; prenotate il biglietto di ingresso online, risparmierete qualcosa.

Dove dormire vicino Hampton Court Palace

Se volete dormire nei paraggi c’è un bellissimo hotel 4 stelle, direttamente affacciato sul fiume Tamigi: Mitre Hotel.

E’ uno di quegli hotel di una volta, classico e ricco di storia. Le camere sono ben arredate, la colazione abbondante.



Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami