23 Agosto 2019 • Nessun commento

Londra con i bambini: cosa vedere, dove mangiare, dove dormire.

Promo

Sono stata tante volte a Londra, ma questa volta è stato diverso perché ho deciso di tornarci con mio figlio di 4 anni.
A lungo mi sono domandata se fosse l’età giusta per poterla visitare e godersela e direi di sì. Se è vero che sotto i 3 anni i bambini non ricordano niente, dai 4 anni in sù dovrebbe cominciare a crearsi dei ricordi delle cose che fa e dei luoghi che vede. E ho trovato Londra una città molto kid-friendly.

londra con i bambini: cosa vedere, dove dormire, dove mangiare

Fra l’altro sotto i 5 anni molte attrazioni sono gratuite, quindi perché non approfittarne?
Ho cercato di scegliere attività e musei adatti ai bambini, alternando attrazioni gratis ad alcune, ahimé, a pagamento. Il fatto di esser già stata a Londra in altre occasioni, mi ha sollevata dalla smania del dover vedere tutto in pochi giorni. Quindi ho deliberatamente saltato il British Museum, la Tower of London, Westminster e altri monumenti visti e rivisti, per concentrarmi su ciò che ritenevo adatto a lui.

tower of london

Attività gratuite a Londra per bambini

A Londra ci sono tanti musei adatti ai bambini, e anche quelli non pensati appositamente per i più piccoli, hanno spesso materiale illustrativo o piccoli pack interattivi che possono incuriosirli. Detto questo ecco i principali musei che mi sento di consigliare a chi viaggia con bambini piccoli.

Natural History Museum

Il Museo di Storia Naturale è il museo più amato dai bambini di tutte le età. Se avete poco tempo, scegliete questo e andrete sul sicuro. E’ famoso per la sezione dedicata ai dinosauri, con enormi scheletri di animali vissuti milioni di anni fa.

natural history museum

Ma c’è molto di più da visitare. Noi ci siamo trattenuti per quasi 4 ore!
L’edificio è già bello di per sè – i fan di Harry Potter lo conoscono bene – nella parte più vecchia del museo, oltre ai dinosauri, ci sono tantissimi animali impagliati (poverini, ma ai bambini piacciono), nonché riproduzioni verosimili di animali a grandezza naturale.

museo di storia naturale

Molto suggestiva in tal senso la stanza con la balena e tutti gli altri grandi mammiferi.

sala della balena museo storia naturale londra

La hall dei dinosauri è piuttosto affollata, tanto che hanno istituito un percorso guidato. A causa dell’affollamento si era surriscaldata persino l’aria.

dinosauri londra

Bello il T-Rex animato in 3D! Anche se mio figlio si è spaventato tantissimo, pensando che fosse vivo.

t rex museo dei dinosauri londra

Nella sezione più moderna del museo, trovate le sale dedicate ai disastri naturali, come esplosioni, vulcani e terremoti – bellissima la simulazione del terremoto di Kobe dentro un supermercato – le sale dei minerali, degli insetti e di tanto altro. Ovviamente più grandi sono i bambini, più cose possono comprendere. Mio figlio che ha 4 anni si è comunque molto divertito! Io ho apprezzato l’esibizione sulla luna con la sala relax al buio. Un posto comodo per riposarsi dopo un paio di ore di visita.

museum london

Scegliete con attenzione l’orario di visita. Noi ci siamo andati un giorno infrasettimanale di Agosto, verso le 11.30 e c’era 1 ora e mezzo di coda all’ingresso principale e circa 40 minuti all’entrata laterale. Paradossalmente ci siamo ripassati davanti una domenica mattina ed era deserto!

Pasti: come tutti i musei, oltre allo shop, ci sono diversi bar e caffetterie. Ci abbiamo pranzato: non era male. L’acqua ce l’avevamo in bottiglia e quindi abbiamo preso solo da mangiare.

Science Museum

L’altro grande museo che molti consigliano di visitare con i bambini è il Museo della Scienza, sempre gratuito, adiacente al Natural History Museum. La parte vecchia è sotto ristrutturazione (ne ha proprio bisogno), la parte nuova è più moderna e piuttosto interattiva, ma personalmente lo trovo più adatto a bambini dai 7-8 anni in sù. Ovviamente mio figlio si è divertito comunque a schiacciare pulsanti, spingere leve, e guardare monitor, ma non ha capito il senso di ciò che faceva o del funzionamento del cervello umano, piuttosto che dei motori o dei principi della fisica.

museo della scienza londra

Per gli adulti interessante la parte con gli aeroplani d’epoca. Anche i bambini alla fine si emozionano davanti a questi giganti dell’aria.

sala degli aerei museo londra

La parte più bella per bambini sotto i 5 anni la trovate nel sottosuolo: in un’area protetta ci sono mattoni da sollevare, giochi d’acqua, strumenti musicali, tutto a misura di bambino.

musei per bambini a londra

Abbiamo pranzato anche in questo museo ma direi, se potete, di evitarlo, perché c’era pochissima scelta e le cose che abbiamo mangiato erano abbastanza scadenti. Molti mangiavano con panini portati da casa.

Altri musei gratuiti per bambini

Un altro museo gratuito che consiglio alle famiglie è il Museum of London, ovvero il museo che racconta la storia di Londra. Si trova nel cuore della City e si fa fatica a pensare alle origini della città; in questo punto dove oggi ci sono grattacieli e poli finanziari, un tempo c’era la città romana (se avete voglia fatevi la passeggiata lungo i resti del muro romano). Non sono riuscita a portarci mio figlio, ma c’ero stata qualche anno fa e mi ricordo che era molto kid-friendly.
Meritano una visita sia questo, che il suo gemello Museum of London Docklands che racconta più la storia del Tamigi e appunto dei Docklands (nella zona di Canary Wharf). Avevo pianificato la visita di quest’ultimo, nel giorno in cui dormivano vicino al London City Airport, visto che era collegato bene con il DLR (Docklands Light Railway) ovvero il trenino senza conducente stile metropolitana di superficie. Purtroppo quel giorno lui non si è sentito molto bene e la tappa è saltata. Motivo in più per tornare!

Fra le altre cose divertenti e gratuite da fare con un bambino a Londra:

Diana Memorial Fountain

All’interno di Hyde Park, a poca distanza dai musei sopra descritti, trovate la fontana dedicata alla Principessa Diana, costruita nel 2004. Si tratta di una sorta di anello di pietra (granito) con acqua che scorre in tutti e due i sensi, con cascate, ostacoli e poi acqua calma, a simboleggiare la vita della principessa tanto amata dai britannici. Dal momento che Lady D amava molto i bambini, qui sono i benvenuti, anzi sono invitati a immergere nell’acqua i propri piedi!

cosa fare a londra con un bambino piccolo

Intere famiglie si piazzano nel prato, mandando i bambini in costume o in mutande a zonzo dentro la fontana. Per non essere da meno mi sono adeguata (anche perché avevo il terrore bagnasse i vestiti, così ha bagnato solo le mutande!).

Diana Memorial Playground

Circa mezz’ora a piedi di distanza (anche meno se camminate svelti), nell’angolo nord ovest dei giardini di Kensington, che sono attaccati ad Hyde Park, non lontano dal palazzo dove visse Diana, si trova il Diana Memorial Playground, un parco giochi con un grande vascello dei pirati, sabbia e tende degli indiani. Ogni anno viene visitato da più di 1 milione di persone! I bambini lo amano molto, al punto che c’è la coda per entrare.

V&A Museum

Il Victoria & Albert Museum non è di per sè particolarmente adatto ai bambini, anche se merita la visita per le sue belle mostre oltre che per le collezioni permanenti (io ci vidi quella di David Bowie).
La cosa che piacerà ai bambini è camminare a piedi nudi dentro la fontana del cortile dove si trova la caffetteria.

victoria albert museum londra

Un po’ come succede al Memoriale di Diana, anche qui i bambini vengono messi in costume da bagno e fatti giocare liberamente dentro l’acqua. Potevo non farlo io? Fra l’altro è comodo se volete visitare il museo: a turno uno dei genitori sta in giardino e l’altro va dentro le sale.

v a museum london

In realtà in un angolo del cortile c’erano anche attività specifiche per bambini, ma erano tutte in inglese.

Se invece cercate un luogo dove fare una bella passeggiata, suggerisco South Bank, dal London Eye fino al London Bridge c’è sempre qualcosa. Che sia un mercatino di Natale, una giostra, le bancherelle di un festival o un mercatino di libri

Attività a pagamento per bambini a Londra

London Eye

Se avete poco tempo e volete spendere un po’ di soldi, la cosa più bella da fare con i bambini a Londra è il London Eye, ovvero il giro sulla ruota panoramica più alta d’Europa, nonché l’attrazione a pagamento più visitata del Regno Unito con più di 3.75 milioni di visitatori l’anno.

london eye

Il giro dura circa 30 minuti e la coda per l’attesa… molto di più! Evitate gli orari centrali della giornata, e scegliete l’ingresso o mattina presto o una delle ultime corse. Il paradosso è che quando acquistate il biglietto (mi raccomando sempre online che spendete meno), viene richiesto un orario indicativo della visita, ma poi c’è comunque da fare la coda. A meno che non paghiate un extra per il salta-coda, che funziona fino a un certo punto.

salire sul london eye family ticket

Il prezzo totale è altino, sono 27 sterline per gli adulti (37 se volete il fast tracking) e 22 sterline per i bambini. Insomma una famiglia ci lascia 76 sterline! Ma… attenzione: se arrivate in treno a fuori Londra, per esempio da uno degli aeroporti, potete chiedere il 2×1 ovvero 2 biglietti al prezzo di uno!

a londra con i bambini

In ogni caso una volta lassù, il panorama di Londra dall’alto ripaga di ogni attesa. Suggerisco di farlo nei primi giorni, così fa fargli capire la vastità della città.

londra dall alto

Una nota importante: potete salirci con il passeggino.

In abbinamento al London Eye, viene venduta anche la crociera sul Tamigi. In realtà esistono diversi tour sul Tamigi: sia crociere su grandi battelli, che su motoscafi e mezzi più veloci.

Crociera sul Tamigi

Come dicevo sopra, una volta scesi dalla ruota panoramica potete fare la crociera sul Tamigi, che trovo perfetta per non far stancare i bambini e ammirare la città da una prospettiva insolita. E’ anche comodo per raggiungere il Tower Bridge senza fatica e dalla prospettiva migliore!
Ci sono tantissime corse e diversi operatori, io ho scelto CityCruises che parte proprio sotto il London Eye ed è uno dei più economici.

ruota panoramica london eye

Il tour costa solo 10.75 £ per gli adulti (ovviamente prenotando online), mentre per i bambini sotto i 5 anni è gratis.

crociera sul tamigi

Ho acquistato solo l’andata, scendendo alla Tower of London, che mi era comoda come fermata della metropolitana per tornare in hotel.

tower bridge

La spiegazione sul CityCruises era disponibile solo in inglese, ma tanto ricordo che l’ultima volta che avevo fatto la crociera, qualche anno fa, quando avevo scelto il tour in italiano, poi le cuffiette non funzionavano!!!

londra tower bridge

Un’ultima cosa: guardate le foto che ho scattato. Nelle prime il cielo era plumbeo, sembrava dovesse piovere (per esempio quella del London Eye visto dal Tamigi), mentre via via che scorrevamo sul fiume il cielo si è rischiarato regalandoci un tramonto bellissimo. La foto al Tower Bridge non sembra neppure scattata 30 minuti dopo! questo ci fa capire quanto è variabile il clima a Londra.

city of london

London Transport Museum

Il museo che più è piaciuto a mio figlio è il Museo dei trasporti di Londra, un piccolo museo a pagamento con ingresso a Covent Garden.

london trasport museum

Trovate tutta l’evoluzione dei trasporti londinesi: dalle carrozze a cavallo, già allora a due piani, alle metropolitane di fine ‘800 e inizio ‘900, fino ai più recenti autobus a due piani.

museo della metropolitana

Se avete nostalgia dei vecchi bus rossi a due piani, con il dietro aperto, qui avrete il piacere di risalirci.

autobus storici a londra

E ci sarà pure un vecchietto disposto a vidimarvi a mano un biglietto come si faceva una volta, prima dell’arrivo della Oyster card.

Il museo è molto kid friendly: i bambini possono salire su molti mezzi di trasporto, possono giocare con dei trenini in miniatura e hanno una scheda speciale da forare a ogni fermata.

musei adatti ai bambini a  londra

Anche lo shop è grazioso.

Il biglietto è di 16.50 sterline per gli adulti (se lo fate online, altrimenti costa di più), e da diritto a tornarci gratis per un anno intero. Invece per i bambini è gratis.

Tower of London

Uno dei monumenti più famosi a Londra è la Tower of London, il castello con la celebre torre dove vennero imprigionati e giustiziati personaggi importanti, come due delle sei mogli di Enrico VIII. Ma qui trovate anche i bellissimi gioielli della Corona (che si visitano scorrendo su un tapis roulant!).

tower of london

Sebbene il tour con gli Yeomen Warders sia molto suggestivo per i bambini, ho ritenuto che mio figlio fosse ancora troppo piccolo per capire e non spaventarsi durante la visita e il racconto di intrighi, torture e leggende di fantasmi. Da tornare. Il biglietto di ingresso costa poco meno di 30 euro a testa per gli adulti (online lo trovate a meno).

Ho letto che per le famiglie molti consigliano Madame Tussauds ma personalmente non lo vedo un posto interessante per un bambino di 4 anni (anche perché non conosce i personaggi ritratti). Forse va meglio per gli adolescenti.

Avevo anche una mezza voglia di andare allo zoo, ma con pochi giorni ho optato per altre attività. Del resto se vogliamo vedere animali, possiamo andare anche altrove!

Emirates Air line

Una cosa che non avevo mai fatto finora a Londra e che è piaciuta a tutti e 3, è stato il volo sulla cabinovia della Emirates sopra il Tamigi. Parte dalla zona dei Docklands, e arriva fino alla penisola di Greenwich, dove si trova il grande O2, l’arena per i concerti che è anche un enorme centro commerciale con negozi, ristoranti e posti per giocare.

emirates air line

Si sale tantissimo in alto, perciò lo sconsiglio a chi soffre di vertigini.
Quando vi avvicinate non vi fate spaventare dai prezzi esposti, che includono altre cose. Se volete solo fare la traversata, con la vostra inseparabile Oyster Card vi costerà poche sterline, e i bambini sotto i 5 anni non pagano.

cabinovia sopra tamigi

Il panorama da lassù è strepitoso. Sperando che non si fermi nel mezzo, come successo a noi!!!

Londra con la famiglia: come risparmiare

Viaggiare in 3 o 4 costa, si sa. E Londra può essere cara. Ma con un po’ di attenzione si può anche risparmiare, o quantomeno cercare di limitare le spese. La voce più consistente sarà quella dell’hotel e vi darò qualche indicazione più sotto.

Per i musei e le attrazioni che prevedono un biglietto, cercate di comprare i biglietti online, almeno il giorno prima. C’è sempre un po’ di sconto. Se arrivate in treno da fuori Londra (perché magari siete atterrati in uno degli aeroporti fuori città), ricordatevi che il giorno di arrivo e i giorni fino alla partenza avete diritto al 2X1.

Cercate di cambiare meno contante possibile, tanto a Londra pagano tutto con la carta di credito. Noi avevamo cambiato un po’ di sterline giusto per averle in moneta e il cambio è stato pessimo. E abbiamo faticato a smaltirle! (un po’ come in Olanda ci sono posti dove è scritto “no cash, only cards!”).

Per i pasti posso dirvi che molti ristoranti hanno il kid’s menù a prezzo conveniente, che spesso c’è la formula brunch fino alle 15 o alle 16, con un piatto che include uova, salmone o salsiccia o altro, sempre a prezzo ridotto e che in alcuni posti il weekend ci sono agevolazioni per le famiglie. Consiglio mio: non “andare alla carlona”, entrando nel primo posto che si trova, bensì studiare su Internet una lista di potenziali ristoranti dove entrare al momento del bisogno. Se poi prenotate prima, meglio. Mi raccomando occhio agli orari! che qui mangiano presto.

Evitate gli alcolici, se proprio avete voglia, ordinate giusto la birra. Chiedete sempre acqua del rubinetto (tap water) che viene portata con ghiaccio e a volte persino limone! Ai bambini nel kid’s lunch spesso è inclusa una bevuta (un succo d’arancia o qualcosa di simile).

Sul web ci sono offerte e sconti per ristoranti davvero interessanti.

Su Time Out ho trovato una super offerta per Sloane Place, un elegante ristorante nel Chelsea, con sconto del 55%: 3 portate e un bicchiere di prosecco a 20 sterline a testa, che sono poco meno di 22 euro.

Su BookaTable un’altra offerta per OXBO, un bel ristorante zona Bankside a 22 pounds/3 portate incluso un bicchiere di Prosecco!

A proposito lo sapete che in questo momento a Londra sono impazziti tutti per il Prosecco e lo Spritz?

Dove mangiare a Londra con i bambini: ristoranti family friendly

Poi ci sono tanti ristoranti proprio pensati per le famiglie. Ecco una lista di ristoranti kid-friendly con la zona di riferimento, magari vi torna comoda.

Rainforest Cafè – online trovate un voucher col 15% di sconto. Ce ne sono più di uno, il più bello è vicino a Piccadilly Circus. Il cibo non è granché, ma è molto suggestivo l’ambiente con animali e piante a tema foresta pluviale.

Giraffe – ce ne sono diversi in città, io sono stata in quello a Spitafield Market (un mercato che vale la pena di essere visto nell’East Side), con brunch fino alle 17.00.

ristoranti per bambini a londra

Se ordinate il kids menu (6.50 £) regalano un animalino della Schleich. Mio figlio è tornato a casa con una zebra! Io ho mangiato un piatto vegetariano molto buono.

Bella Italia – se vi manca l’Italia ecco un ristorante italiano in zona Trafalgar Square dove i bambini pagano solo 1 sterlina (dovete scaricare il coupon online). Attenzione: non vale il sabato.

Carluccios – altro ristorante italiano con varie sedi a Londra. Nel kids menù è incluso un welcome pack. Non l’ho provato ma ne parlano bene. L’ho trovato sia a Convent Garden che a South Kensington.

Tom’s Kitchen – il più menzionato online quando si parla di ristoranti per famiglie, e dove i bambini non pagano il fine settimana. Citata soprattutto la sede di Canary Wharf, perchè ha una sala per far giocare i bambini.

Se andate in estate: pensate a un picnic in uno dei meravigliosi parchi e giardini di Londra. Entrate da Tesco, Waitrose, Sainsbury o M&S e trovate tantissime opzioni di take away. Gli inglesi lo fanno spesso, perché non farlo anche noi? Fra l’altro per coloro che non rinunciano ai prodotti italiani, si trova di tutto a prezzi accettabili.

Ci sono anche catene healthy dove puoi comporti la tua insalata oppure altri che all’ingresso distribuiscono frutta gratis ai bambini!

E per l’acqua, noi abbiamo sempre riempito le nostre bottigliette con l’acqua del rubinetto, più che soddisfacente.

Trasporti – Come muoversi a Londra

Per girare Londra la cosa migliore sono i mezzi pubblici, a meno che non siate degli amanti delle bici; grazie all’ex sindaco Boris Jhonson Londra è ora dotata di ottime piste ciclabili, o come le chiamano loro, autostrade ciclabili! E ci sono anche i sistemi di noleggio bici come da noi.

Io personalmente quando il bimbo era stanco, salivo su un autobus e facevo un po’ di giri panoramici per la città.

londra

Per muoversi bene, salendo e scendendo liberamente fra metropolitana e autobus prendete la Oyster Card una carta elettronica ricaricabile che sostituisce il biglietto cartaceo. La prima volta si deve dare una cauzione di 5 sterline, dopodiché la ricaricate di quanti soldi pensiate siano necessari.

Dalle ultime volte che sono stata a Londra le cose sono molto cambiate: non esiste il daily ticket o la tariffa turistica. Oggi (2019) la soluzione migliore è la formula “Pay as you go“, ovvero paghi quanto consumi. Ma con un tetto massimo di 7 sterline al giorno: dopo aver speso 7 pounds viaggi gratis. Importante: ricordatevi di passare la vostra Oyster Card sul lettore ottico (un disco giallo su una colonnina) sia in ingresso che in uscita alle stazioni della metro (in autobus non serve), perchè sennò vi addebitano un importo maggiore. E se potete evitare le peak hours, ovvero le ore di punta, spenderete meno. Per stare tranquilli la mattina è bene dopo le 9.30. I bambini sotto i 10 anni viaggiano gratis.

metropolitana londra con i bambini

Dove dormire a Londra

Come dicevo, il pernottamento è la voce più cara del viaggio. Mettete in conto di dormire un po’ fuori dal centro, ammesso che si possa definirne uno, e che le camere tendenzialmente sono minuscole. Gli alberghi di catena sono un po’ più puliti e forniti di servizi, mentre le realtà singole, possono rivelarsi sorprese (in un senso o nell’altro). Se state più giorni valutate l’appartmento, dal momento che di supermercati forniti ce ne sono tanti!

Se pensate di visitare tanto e stare poco in camera, la cosa più importante è la vicinanza alla metro, non la grandezza della camera. E la prima e ultima notte cercate di dormire sulla direzione dell’aeroporto (est o nord etc) per evitare vi buttar via metà del tempo in trasferimenti.

Noi abbiamo dormito 3 notti all’Ibis Budget London Whitechapel Bricklane nell’East End. Situato in mezzo al quartiere arabo, proprio di lato alla moschea (e per questo secondo me uno dei posti più sicuri in città!!!), è un albergo moderno ed economico.

Le camere per 3 persone sono minuscole, ovvero grandi quanto il letto. Addirittura prive dell’armadio, costringendoci a tenere la valigia a terra. Ma ci è molto piaciuto perché era pulito, comodo, vicino a due linee della metropolitana e dotato di una grande sala comune dove poter mangiare cibo portato dall’esterno (scaldandolo col micro-onde). E il wi-fi funzionava una meraviglia. Ci hanno permesso di lasciare li le valigie il giorno che partivamo, cosa non da poco.

Potete trovare questo e molti altri hotel qui —>

Abbiamo poi dormito una notte vicino al London City Airport, presso l’hotel Hampton by Hilton.

Una catena economica è Travelodge, che ha una politica tariffaria simile alle compagnie aeree low cost, con prezzi variabili e sconti se prenotate con molto anticipo.

Se siete orientati su ostelli e simili potete provare la catena Astor Hostels, che ha anche una sede vicino al British Museum. Camere da 4-6 posti letto (a castello) a 19 sterline a testa. Più moderno e “figo” il Generator London Hostel (a Camden): per una camera doppia a settembre costa circa 70 sterline, sempre con letti a castello. Se volete restare sulla stessa cifra ma preferite una camera tradizionale, sempre nella stessa zona c’è il Lonsdale Hotel, ma è un po’ bruttino.

Non solo Londra: gite di 1 giorno con bambini nei dintorni di Londra

Abbiamo trascorso 4 giorni e mezzo a Londra e altri 4 giorni e mezzo intorno a Londra, in località comprese fra i 40 minuti e 1 ora di distanza. Abbiamo deciso di noleggiare una macchina e fare il giro completo intorno a Londra partendo da Nord-Est, poi verso Nord-Ovest, poi Sud, Sud-Ovest, poi Sud-Est e infine verso l’aeroporto di Southend dove avevamo il volo di rientro.

cambridge

Per la precisione abbiamo visitato Cambridge, Stratford-upon-Avon (dove è nato Shakespeare), abbiamo toccato Oxford, poi siamo scesi a Hampton Court Palace (palazzo di Enrico VIII), poi ci siamo spostati al Castello di Hever (luogo d’infanzia di Anna Bolena) e infine siamo tornati verso Southend-on-Sea, sulla foce del Tamigi.

Un anello intorno a Londra

Volendo, ciascuna delle cittadine che abbiamo visitato può essere fatta come gita di 1 giorno da Londra, in autobus o treno. Se pensate di fermarvi a Londra sufficienti giorni per potervi concedere almeno un’escursione fuori città, vi consiglio di leggere i post dedicati alle singole località (appena li scriverò!) per capire quale sia più adatta alle vostre esigenze. A posteriori io voto per il Castello di Hever, luogo d’infanzia di Anna Bolena, bello sia per adulti che i bambini grazie alle tante cose da fare per loro.

Se avete più tempo, potete visitarle tutte, come noi. Forse è stato un po’ un tour-de-force però ci piace viaggiare in questo modo, alternando cittadine conosciute a paesini sperduti nella campagna inglese.

campagna inglese con pecore

Per il nostro viaggio on the road intorno a Londra abbiamo deciso di noleggiare una macchina, principalmente per due motivi: in primis economico, dato che i treni costano cari in Inghilterra, e poi di “fatica”, dal momento che per nostro figlio la macchina era più riposante (nei tratti di strada in cui guidavamo, mai superiori a 1 h – 1 h e mezza, lui poteva dormire). Era meno stressante rispetto ad aspettare treni ai binari, salire e scendere con le valigie, cercare il posto a sedere… In auto inoltre sei più libero dagli orari, puoi gestirti le soste liberamente (che con un bambino piccolo a volte non sono programmabili) e, una volta superato il trauma della guida a sinistra, il viaggio è andato benone!

Ultima annotazione: appena ci si allontana dalle destinazioni più turistiche si riesce a dormire in posti incantevoli a prezzi molto più bassi. Siamo stati a Swallows Rest, un bed and breakfast delizioso, votato come numero 5 a livello mondiale su Tripadvisor, per circa 75 euro. Un posto delizioso, con un’accoglienza unica, in mezzo a una manciata di case tutte in pietra.

E che dire di questo antico maniero (manor house) nel Surrey dove abbiamo dormito spendendo circa 70 euro?



Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami