Promo »

20 gennaio 2012 – 09:32 | 49.623 views

Dopo i monumenti e lo sport, ecco il vero punto di interesse: il cibo! Chi mi segue su IO AMO FIRENZE sa quanto l’aspetto culinario sia importante per me.
Dove mangiare bene a Madrid
Plaza del Sol, …

Leggi l'articolo completo »
Weekend in Italia

Le città d’arte: da Firenze, Venezia, Roma ai borghi nel Chianti, in Umbria o in Trentino.

Mare

La Toscana, il Sud dell’Italia, la Grecia, la Spagna, il Mar Rosso, cercando l’acqua cristallina.

Viaggi in Europa

Le capitali che non ti stanchi mai di vedere: Londra, Madrid, Parigi, Dublino.

Natale e Capodanno

I mercatini di Natale e le idee per festeggiare l’ultimo dell’anno.

Grandi viaggi

Il mio viaggio in Giappone, a New York, in Tailandia e in Africa, per ora!

Home » Promo, Viaggi in Europa

Dove mangiare a Madrid

Inserito da on 20 gennaio 2012 – 09:32No Comment | 49.623 views

Dopo i monumenti e lo sport, ecco il vero punto di interesse: il cibo! Chi mi segue su IO AMO FIRENZE sa quanto l’aspetto culinario sia importante per me.

Dove mangiare bene a Madrid

Plaza del Sol, Calle Arenal, Plaza Mayor… sono le zone più turistiche: ogni bar cercherà di attirarvi con cartelli fosforescenti con offerte di cerveza, tapas, pinchos o bocadillos con jamon (a partire da 1 euro!). Oltre a questi troverete i classici McDonald, Starbucks, KFC… Se ci riuscite, evitateli, ci sono altri quartieri dove mangiare bene e spendere poco, in mezzo agli spagnoli.


Mercado de San Miguel

Unica eccezione il bel mercato di San Miguel che nonostante sia invaso dai turisti offre gustose tapas a prezzi contenuti, ideali per uno spuntino durante il giorno.

mangiare tapas al mercato di san miguel

Provate le olive con le alici o il crostino di baccalà a 1 €, un bicchiere di Sangria a 2 € o se volete viziarvi il piattino di ostriche + champagne!

mangiare ostriche e champagne a madrid

Zone da frequentare per i ristoranti

Per mangiare e bere è ottima la zona di Chueca, anche famosa per la vita notturna e noto quartiere gay.

il quartiere della chueca a Madrid

Divertitevi a scoprire piccoli locali e tapas bar dove bere o spiluzzicare qualcosa. In alternativa niente male anche la Calle Baja piena di ristorantini.

Orari: quando mangiano gli spagnoli?

Se siete capitati in un ristorante all’una e vi siete domandati a che ora mangiano gli spagnoli vedendolo tutto vuoto, sappiate che in genere pranzano alle 14 e cenano alle 22. Verso le 20 troverete molte persone che bevono birra o vino mangiando qualche tapas e dopo vanno a cena. In realtà ci sono molti ristoranti dove si può fare l’uno e l’altro. A Madrid si può mangiare davvero a qualsiasi ora!

Andar per tapas

panino col prosciutto a madrid si chiama bocadillo con hamon

Per noi fiorentini che abbiamo l’idea dell’aperi-cena, le tapas ci si avvicinano parecchio anche se è diversa la formula. Niente buffet ma vi offriranno micro assaggi su piattini singoli. In genere ogni volta che ordinate una bevuta al bancone (la barra) vi viene offerto almeno un assaggio (può essere pesce fritto, insalata russa, chorizo e queso, oppure patate…). Dopodichè voi potete ordinarne altre pagandole (da un minimo di 1 € fino a… 15 € nel caso del Pulpo a la Gallega!). Un ottimo modo per risparmiare è cenare con qualche tapas qua e là. Sono piuttosto nutrienti, un po’ pesanti, ed è divertente cambiare locale per assaggiarne diverse.
Molti posti sono un po’ tremendi: sudicio in terra, servizio sbrigativo, spazi angusti, luci al neon, menù unti e bisunti… ma si mangia bene e si spende poco! 2 birre e 2 tapas raramente superano i 10 €.

Mangiare a Madrid, fuori dal centro

Silvela 77

Silvela 77 – Un locale trovato per caso mentre giravamo alla ricerca di qualcosa vicino all’hotel. Piccolo locale per mangiare e bere in maniera informale, ma un pochino più di atmosfera. Molto gentile il ragazzo dietro al bancone che ci ha offerto pure 2 bicchieri di champagne. Ho mangiato i migliori gamberi all’aglio (gambas al Ajillo) di tutta Madrid. Un piatto a testa, e 2 bicchieri di vino per poco più di 30 €!

Hontanares – Fuori dal centro, si trova in Avenida America, snodo di autobus e metro (le 2 stazioni sono sotterranee a due livelli diversi!). Noi ci siamo andati spesso perché era vicino al nostro albergo: sia a colazione che a cena si è rivelato un ottimo posto per assaggiare cose tipiche, spendere poco e vedere gente del posto. L’aspetto è quello di una tavola calda ma si mangia bene. A colazione, l’imbarazzo della scelta: brioches enormi, dolci tipici o pane caldo con burro e marmellata!!!

Posti economici (e un po’ truci) dove mangiare a Madrid

Seminascosto in una zona vip, il Mercado De La Paz è molto diverso da quello di San Miguel: qui ci sono i veri banchi di frutta, verdura, carne, pesce; l’aspetto e l’odore non sono molto invitanti. Ma al suo interno abbiamo scovato una specie di trattoria frequentata dalla gente del posto (dal muratore all’uomo in giacca e cravatta) che propone gustose specialità a prezzi bassi. E’ un buco, si mangia su tovaglie di carta, stipati come sardine nella saletta interna o al bancone, e bisogna aspettare per sedersi (anche se i camerieri corrono velocissimi), ma ne vale la pena. Ho potuto assaggiare ottimi carciofi con prosciutto e pollo alla crema. 2 piatti a testa + acqua + caffè per soli 11 €.
Cafeteria Casa Dani – Madrid


Bar Cafeteria El Pezcador
Nell’animato quartiere Chueca si trova questo tapas bar con il tipico ambiente comune ad altri: si mangia in piedi al bancone di metallo, o al massimo appollaiati nei pochi sgabelli, in un atmosfera in bilico fra il fatiscente e il caratteristico. Nelle vetrinette molte bontà pronte da ordinare, più un’altra lista alla carta. Servizio sbrigativo ma sempre gentile. Buono il pollo con verdure, un po’ meno i crostini. Si può cenare anche in sala fra tavoli stipatissimi.
Bar Cafeteria El Pezcador, calle Infantas 9.

El Respiro

Poco oltre al precedente, un altro tapas bar frequentato da giovanissimi, sempre sullo stile sudicio-folkloristico: 1 birra + 1 copa de vino, accompagnate da 1 ottima paella e patate offerte abbiamo speso 4 €!!!
El Respiro Calle Infantas 34.

Posti per mangiare a Madrid, un po’ più carini

Lateral

Lateral - Credo sia una catena perchè ne ho trovati diversi in giro per Madrid. Si possono ordinare diverse cose buone dal menù sia in formato ridotto (pinchos) che normale (raciones). Molta cura nella presentazione dei piatti e del locale (nella foto uno spiedino di verdure alla griglia). Insomma se siete con la fidanzata qui è già meglio. I prezzi sono comunque onesti, l’unica cosa cara è l’acqua! Ottimo il te’ verde organico. Io ho preso spiedini di verdure (favolosi), peperoni ripieni alla carne, e deliziose croquette di baccalà o prosciutto. Con 2 pinchos + acqua si spende 10 € a testa. Il locale è molto carino e si sta comodi…

Singular

Singular – E’ il ristorante dentro il Museo Reina Sofia (accessibile anche agli esterni). Arredi moderni, ampi spazi, propone piatti elaborati (nella foto un branzino con gamberetti) e di livello: gli antipasti partono dai 6 €, i secondi sono sui 15-16 €, a pranzo c’è anche la formula menù completo a 22 €. Ottimo servizio, bell’ambiente, curata la presentazione.

Altro posto molto bello dove però non mi sono fermata è il Teatriz, ex teatro ristrutturato da Starck che propone piatti fusion in un ambiente molto bello.

Locali per bere qualcosa dopo cena

Yambala – Un minuscolo locale a due passi da Placa Mayor per bere un fantastico Mojito alla mela (manzana) sdraiati su cuscini per terra, fumando il nargilè. Prezzi: Mojito 6.90 €, Cerveza 2.20 €.

Areia Chillout – In Calle Hortaleza un ambiente molto d’atmosfera con poca luce, tavolini per 2 e divanetti (+ un paio di angoli per sdraiarsi senza scarpe), con cocktail di ogni tipo (2 pagine intere), anche afrodisiaci, te caldi marocchini (serviti con una scenografica teiera d’argento), qualcosa da mangiare e wi-fi gratis.
Prezzi: cocktail da 6 a 10 €, il te 2 €.

Se amate i dolci queste sono 2 mete imperdibili..

Pasticcerie e posti per golosi a Madrid

La Mallorquina

La pasticceria La Mallorquina è nella centralissima Puerta del Sol: molto affollata si divide fra la prima parte con i prodotti da asporto (che goduria), il salone al piano superiore e il bancone a U dove in piedi potrete ordinare cafe con leche e le paste esposte nelle vetrine davanti ai vostri occhi.

Si spende poco (2-3 €), le paste sono gigantesche (vi daranno coltello e forchetta per mangiarle) e ottime. Si sta un po’ scomodi, ma si respira un’atmosfera autentica.

Chocolateria San Gines

La Chocolateria San Gines è un’istituzione: fate la coda, prendete il numero, trovate posto e vi arriveranno i migliori churros con cioccolata calda di tutta Madrid. (2 cioccolate + 6 churros 6.20 €)

Dolci tipici del 6 gennaio

Io sono stata a Madrid subito dopo il Capodanno: il dolce di questo periodo dell’anno si chiama Roscon, è una specie di ciambellone con frutta candita sopra, servito con o senza panna.

E’ molto buono, sia a colazione che come spuntino. Lo troverete ovunque. Una vera specialità. E dentro c’è anche una piccola sorpresa!

E se poi volete proprio trattarvi bene…

Un te pomeridiano al Ritz

Se volete viziarvi, concedetevi un te pomeridiano al Ritz Hotel: dalle 16.30 alle 19.30 nello splendido giardino d’inverno, fra lusso, comode poltrone e luci calde, potrete ordinare un “afternoon tea”: per 31 € vi porteranno una teiera immensa di un ottimo te a vostra scelta (ottimo il Jasmine), accompagnato da un triplice vassoio con 6-7 sandwiches misti (uovo, cetriolo, salmone…), scones da mangiare con marmellata e crema di burro (ottimi) e 3 pasticcini alla frutta e cioccolato. In pratica è una merenda cena!

Tag:, , ,

No Comment »

1 Pingbacks »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.