5 maggio 2014 • 1 commento

Marsa Alam: che barriera!

Mare

Erano diversi anni che non tornavo sul Mar Rosso. La prima volta che andai a Sharm el Sheik è stato tanti anni fa (troppi!); poi ci sono tornata altre 3 volte, constatando l’espansione turistica della zona, con il conseguente peggioramento della barriera corallina. Dal momento che non ero mai stata a Marsa Alam, aprofittando del ponte del 1 Maggio, ho deciso di fare un salto in un villaggio gestito dalla Phone&Go: il Tulip Beach Resort. E ci ho lasciato il cuore.

E’ un hotel piuttosto grande – quasi 500 camere! – costituito da diverse palazzine a 2 o 3 piani, costruite in tempi diversi, con giardinetti verdi curatissimi, due grandi piscine e posizionato sul mare. Cosa per me essenziale.

tulip beach resort marsa alam egitto

Si può accedere all’acqua in 2 modi. Per chi vuole solo camminare sul bagnasciuga o sciaguattare un po’, c’è l‘accesso diretto dalla riva, direttamente dalla spiaggia, ma l’acqua è bassissima, diciamo che anche con l’alta marea non si arriva oltre al ginocchio. In alcuni orari con la bassa marea è una distesa di sabbia bagnata dove abbrustolirsi!
lettino spiaggia marsa alam

Oppure, per gli amanti dello snorkeling come me, c’è il pontile per accedere alla barriera corallina, oltre il reef. Il pontile è lunghissimo. A metà c’è una piccola deviazione con una piattaforma e 2 scalette per scendere in acqua. Un punto sabbioso dove poter nuotare, a seconda delle maree l’acqua varia da 1.70 in sù, e l’acqua è sempre calda!

pontile per accedere barriera corallina

La camminata è comunque piacevole perchè si può ammirare il mare in diversi punti e tonalità. Se ci si gira alle spalle si vede il villaggio con dietro il deserto. Alla fine del pontile c’è una piattaforma dove poter prendere il sole o scendere in acqua con una comoda scaletta. In quel punto l’acqua è fonda una decina di metri e si può nuotare in su e giù lungo la barriera. Inutile dire che è un tripudio di colori, coralli, pesci. Un paradiso. Sembra di essere dentro un acquario.
barriera corallina marsa alam

A seconda delle ore del giorno il paesaggio e i colori cambiavano, rendendo il tutto meraviglioso. In alcuni orari (in genere la mattina) tira vento, perciò è consigliabile nuotare prima controcorrente e poi a favore, oppure fare, come molti facevano, ovvero andare a piedi al pontile accanto sulla sinistra, scendere in acqua e comodamente pinneggiare facendosi trascinare dalla corrente! In questo caso sappiate che all’ingresso dell’altro pontile la mattina c’è un egiziano che vi chiederà 1 € come gabella!

mare a marsa alam

Io alternavo le mie giornate fra lunghe nuotate circondata da pesci – e persino 2 tartarughe! – e il puro far niente a baco sul lettino con vista sul mare.

bassa marea marsa alam

Punti di forza del villaggio Tulip Beach

camere grandi, luminose, pulite. Io ero in una camera bellissima al 3° piano, vista mare. E tenevo sempre la finestra della terrazza aperta, tanto NON esistono zanzare! il clima fantastico, secco e con un bel venticello invadeva la camera a tutte le ore. Armadio grande, 2 poltrone e tavolino, scrivania. Bagno con una doccia grande, certo manca il bidet ma si sa che all’estero…

buffet molto esteso e variegato. Io ho mangiato carne, pesce, riso, verdure in molti modi diversi. Per gli irriducibili della cucina italiana c’è anche la pasta e la pizza fatte al momento, ma non ho idea di come siano, io non le ho mai assaggiate. Il pesce non c’è sempre, ma quello alla brace è favoloso. Verdure cotte e crude a volontà. Dolci incredibili. Per la colazione favolosi i mini cornetti caldi sfornati di continuo.

acqua (e altri soft drinks) gratis a tutte le ore. Contrariamente a molti altri resort che nel soft inclusive ti fanno pagare le bevande, qui puoi bere acqua, coca, sprite, succhi e caffè a volontà, senza pagare. Non ha neppure senso riempirsi le bottigliette (cosa che ti fanno fare senza storie) perchè trovi dispenser dell’acqua ovunque, anche in spiaggia!

ambienti comuni molto curati: fiori, pratino verde, divani. Il tutto dava un’idea di grande attenzione ai dettagli. Spazi ampi che permettavano a chiunque di ritagliarsi il suo angoletto tranquillo. Nonostante la presenza di tanti bambini, non ho percepito confusione.

Punti negativi

Wi fi lento e caro: ho pagato 20 € per una card e non sono riuscita quasi mai a navigare perché era lenta da morire; meglio comprare SIM card egiziana e installarla nel proprio telefono.

Escursioni da Marsa Alam

Ce ne sono tante interessanti, dal classico giro con i quad nel deserto, alla giornata a Luxor (in linea d’aria è vicina, ma è raggiungibile dopo 5 ore di bus!), a varie gite in barca. C’è anche una navetta notturna che in 15 minuti (e 7 €!) ti porta a Port Ghalib, una moderna e recente marina commerciale con bar, ristoranti e negozi di souvenir. Se non dovete fare shopping potete evitarla.

Fra tutte le escursioni noi abbiamo scelto quella alla baia di Sataya, detto il Reef dei delfini. E’ un’escursione proposta anche a chi alloggia a Berenice, infatti noi abbiamo dovuto farci 2 ore di pullman fino a Berenice, e poi da lì imbarcarci fino a questo gruppetto di atolli dove dimora un banco di delfini molto numeroso.

20140505-112635.jpg

Dopo 2 ore di barca, il paradiso. Abbiamo nuotato in mezzo a più di 50 delfini! poi abbiamo pranzato a bordo e dopo pranzo abbiamo fatto snorkeling in uno dei posti più belli che abbia mai visto. Sono piccoli scogli con una profondità di massimo 2 metri, con una barriera intatta e coloratissima, ricca di pesci di ogni colore. Ho visto anche il pesciolino Nemo! (pesce pagliaccio). Molto raro. E’ un’escursione che non costa poco (65 €) ma la stra-consiglio a chi ama il mare e sa nuotare. La rifarei subito.

Nel complesso è stata una vacanza dall’elevato rapporto qualità prezzo che mi sento di consigliare a chiunque. Anche chi ha bambini piccoli, possono stare in piscina. E ti godi un clima favoloso. Di giorno sui 28-30 gradi con questo venticello leggero piacevole. La sera si gira comunque in maniche corte e ciabatte. Certo, dietro il resort non c’è niente, tranne il deserto. Quindi se per voi vacanza vuol dire discoteche, casino, uscire la sera, questo posto non è per voi.
Se al contrario amate il relax, il mare, la calma… è semplicemente perfetto.



Lascia una recensione

1 Comment on "Marsa Alam: che barriera!"

Notificami
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] persone partono per una vacanza sul Mar Rosso con tanti dubbi. Siccome sono appena tornata da una settimana a Marsa Alam, ho deciso di scrivere qualche consiglio, anche sulla base delle cose che ho sentito dire da varie […]

wpDiscuz