9 giugno 2015 • Nessun commento

5 ristoranti etnici a Roma

Weekend in Italia

Visto il successo del post sullo street food a Milano, torno a parlare di cibo, stavolta nella Capitale. Roma, si sa, è piena di ristoranti, trattorie e pizzerie di ogni genere e proprio per questo è difficile orientarsi e soddisfare pienamente i propri gusti. La cucina romana è molto richiesta soprattutto da chi visita per la prima volta la Città Eterna; tuttavia Roma non è solo la patria della carbonara, dei saltimbocca e dei carciofi alla giudia, ma anche un melting pot delle tradizioni culinarie di tutto il mondo. E poi a volte si ha voglia di mangiare qualcosa di diverso!

Per questo ho stilato una lista dei migliori ristoranti etnici a Roma che non ha pretese di esaustività, ma vuole essere un invito ad assaggiare le specialità di altri Paesi, approfittando di una vacanza nella città dalle mille attrattive. Ognuno dei ristoranti che ho scelto offre uno spaccato stuzzicante e gustoso di una tradizione gastronomica specifica, inoltre ho preferito segnalare i ristoranti etnici che vanno per la maggiore in questo momento, per stimolare la vostra curiosità.

Riad Nour, specialità marocchine

riad-nour-ristorante

Il Riad Nour, in zona Prati (Roma Nord), è l’unico ristorante marocchino a Roma, un’occasione per scoprire la ricchezza e la varietà di questa terra gustando pietanze come la B’stilla, una sfoglia farcita da uno speziato impasto dal sapore agrodolce e il Tagine, chiamato così dal tegame in terracotta nel quale viene cucinato e servito. Il Tagine è uno dei piatti più comuni da trovare in Marocco – nel mio viaggio a Marrakech l’ho mangiato praticamente ovunque! – di base è un piatto di carne in umido, con molte varianti, infatti al Riad Nour viene preparato in tanti modi: pollo, agnello o vitello con prugne e mandorle, solo per citarne alcune.

Lo stile del locale è assai suggestivo, merito del soffitto a volta, della fontana collocata nel patio e degli arredi tipici marocchini.

La Dogana Food, fusion d’Oriente

la dogana food-ristorante

Oggi va molto di moda la cucina fusion, ovvero una combinazione di tradizioni differenti con tratti in comune, allo scopo di creare menù originali e piatti creativi. In Italia con questo termine ci si riferisce ai locali che affiancano specialità gastronomiche affini, mantenendo comunque la riconoscibilità dei Paesi d’origine. Nel caso de La Dogana Food, il più grande ristorante orientale a Roma, ci si trova di fronte a un viaggio nel mondo della cucina giapponese e cinese con alcune tappe in Italia, per accontentare chi cerca qualcosa di più di un menù fisso, con poche alternative.

La peculiarità della Dogana, infatti, è la formula All You Can Eat che include non solo il buffet, come altri ristoranti orientali, ma anche le specialità cucinate espresse e servite al tavolo, come i noodles e la zuppa Huo Guo. Ho potuto assaggiare questa zuppa della tradizione mongola solo alla Dogana e consiglio l’esperienza. In pratica questa pietanza è servita con il tipico fornelletto ed è il cliente a scegliere il grado di cottura preferito dopo aver selezionato gli ingredienti.

L’ho incluso nella lista per chi ama sia le specialità cinesi che giapponesi in un unico ambiente, peraltro dallo stile contemporaneo e ricercato, al contrario di quei posti dove siamo abituati a vedere arredi kitsch e chincaglierie di ogni tipo.

Ippokrates, le sorprese della cucina greca

moussaka-ippokrates-ristorante-greco

Se state pensando che la cucina greca sia costituita solo da yogurt, feta e salsa tzatztiki, il ristorante Ippokrates vi farà ricredere. In questo locale nelle vicinanze di Piazza Fiume consiglio di assaggiare la spanakotiropita, un tortino ripieno di spinaci e feta, e la rinomata moussakà, simile alla nostra lasagna, ma preparata con fette di melanzane e patate al posto della pasta. Quante me ne sono mangiate durante i miei viaggi in Grecia! Per chi non c’è mai stato, la gastronomia ellenica è una piacevole sorpresa per chi ama la tradizione mediterranea e ha voglia di assaggiare qualcosa di nuovo.

Jaipur, le delizie dell’India jaipur ristorante indiano

In una lista di ristoranti etnici che si rispetti non può mancare l’India. Il Jaipur è ritenuto un punto di riferimento dagli appassionati di cucina indiana, si trova a Trastevere e offre un menù molto variegato. Io consiglio il menù degustazione a chi ha voglia di assaggiare un po’ di tutto e ama spaziare fra i sapori. Un classico è il malai tikka, pollo disossato e marinato con salsa di anacardi e spezie cucinato nel Tandoori, il tipico forno di terracotta.

El Pueblo, tutti i sapori del Messico

el-pueblo-ristoranteInfine la cucina messicana! El Pueblo è un locale particolare a cominciare dallo stile: uno dei due ambienti in cui è diviso somiglia a… un tempio Maya! I proprietari, infatti, offrono sia piatti della tradizione messicana (enchiladas, burritos, quesadillas) sia antiche ricette precolombiane.

La cucina messicana impiega un’ampia gamma di spezie ed è molto ricca di proteine e vitamine, tanto da essere stata dichiarata dall’Unesco nel 2010 Patrimonio dell’Umanità! El Pueblo ci consente di fare un viaggio in questo Paese senza abbandonare Roma; fra l’altro i proprietari sono disponibili a dare consigli di viaggio a chi si appresta a recarsi in Messico.

L’itinerario dedicato ai ristoranti etnici a Roma richiede senz’altro un po’ di tempo per essere percorso con calma (l’ideale sarebbe 5 giorni) e per apprezzare ogni portata imparando ogni volta qualcosa di nuovo sulla storia e la cultura di un Paese lontano, ma, in fondo, davvero vicino.



Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz