5 settembre 2012 • 5 commenti

L’isola di Tavolara fra snorkeling e arrampicata

Mare

L’isola di Tavolara si trova nel nord della Sardegna, non distante da Olbia e vicino a San Teodoro. E’ facile da individuare: è una specie di montagna dolomitica che si erge per oltre 500 metri dal mare, dominando tutto il Golfo di Olbia.

Tavolara si raggiunge in traghetto da Porto San Paolo in 15-20 minuti, anche se più che di un traghetto dovrei parlare di un piccolo battello.

Gli orari sono difficili da trovare, per questo li riporto qui:

Orari traghetti da Porto San Paolo a Tavolara: 9 – 9.30 – 10 – 10.30 – 11 – 11.30 – 12 – 12.30 – 13.30 – 15 Ritorno: 13 – 14.30 – 15.30 – 16.30 – 17.30 – 18.30. Il costo è di 15 e a persona andata e ritorno. Non mi pare si possa fare solo uno o l’altro. Del resto non mi sembra che si possa dormire sull’isola: ci sono solo una manciata di case, dove credo vivano le persone che lavorano sull’isola.

Sull’isola infatti ci sono 2 ristoranti e un bar. Noi volevamo pranzare al famoso ristorante “da Tonino“, ma dopo aver letto le terribili recensioni su Tripadvisor e Duespaghi (caro e cattivo), abbiamo optato per pizzette prese a un ottimo forno in Porto San Paolo.

Giusto per chi volesse mangiare lì (in effetti è molto carino): un primo con bottarga e arselle costa 20 €, una frittura di calamari e gamberi 18 €, il coperto 3 €, acqua 2.50 €… insomma senza vino e senza mangiare chissà cosa, si spendono oltre 43 €. Giusto per evitare brutte sorprese! L’altro ristorante, La Corona, è solo un poco più economico, ma siamo lì. Anche il bar non scherza in quanto a prezzi. Peccato perchè il posto è delizioso.

In realtà noi abbiamo deciso di fare una giornata a Tavolara per accompagnare un ragazzo di 13 anni, che voleva fare l’arrampicata della cima. Lui è partito presto, alle 6, con un gommone privato insieme alla guida (l’isola è area militare e senza autorizzazione non si sale).

L’alba vista dalla spiaggetta di Porto San Paolo era stupenda!

Noi abbiamo dovuto aspettare le 9, per il primo traghetto. Per fortuna a Porto San Paolo c’è un bar aperto anche prestissimo: il Bar Centrale.

Non lasciatevi ingannare dalle apparenze, anche se è un po’ “triste” ha delle ottime brioches e un delizioso cappuccino, e i proprietari sono gentili. Dopo colazione, verso le 7.30 siamo andate al mercatino locale (non so se c’è tutti i giorni, forse solo il giovedì?) a comprare tappeti sardi e infine alle 9 abbiamo preso il traghetto.

Dopo esser scesi dal traghetto, abbiamo fatto una passeggiata lungo la parte dell’isola visitabile. C’è un bel percorso, segnato con dei cartelli per bambini, che spiega la flora e la fauna. E’ delimitato per evitare che le persone camminino sulle dune.

La spiaggia vicino ai ristoranti è un po’ ghiaiosa, con sassi di varie dimensioni; mentre il triangolo di spiaggia che corrisponde al “passetto” è carina, con sabbia (e alghe).

Si tratta di un lembo di spiaggia che è collegata a un’isolotto da un passaggio pedonale. L’ideale per bambini e per splendide foto ricordo. Portatevi ombrelloni e da bere/mangiare.

Essendo separata in due parti ce n’è una con le onde più mossa, e una tipo piscina, con l’acqua calma.

La parte che guarda l’isola di Molara ha degli scogli a pelo d’acqua che sono il paradiso per chi fa snorkeling: tanti pesci che nuotano in mezzo a praterie di posidonia. Peccato aver visto una signora mangiare ricci a crudo e un tizio sott’acqua che, armato di pugnale e retina, stava cercando di pescare qualcosa (un polpo?). Ho letto ovunque che è Parco Marino Protetto. Non so se questi comportamenti sono leciti, ma tanto se nessuno controlla…

L’arrampicata la racconto in un altro post, qui vi lascio qualche bella foto dell’isola.



Lascia una recensione

5 Commenti on "L’isola di Tavolara fra snorkeling e arrampicata"

Notificami
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] e restare a Firenze… Al mare non volevo andare perchè avevo già fissato la settimana in Sardegna a fine mese. Come fuggire dal caldo? Ecco un’idea geniale: nel fine settimana fare un salto […]

trackback

[…] noi eravamo comodamente sdraiate al sole, in spiaggia, il ragazzino di 13 anni che ci ha trascinato a Tavolara, si è avventurato sù per la montagna. […]

trackback

[…] Guarda anche le spiagge di Tavolara>> […]

trackback

[…] Sullo sfondo a sinistra, si staglia la sagoma inconfondibile di Tavolara. […]

trackback

[…] ci siamo spostati anche verso il Golfo di Orosei. Il nostro amico arrampicatore doveva incontrarsi con il suo gruppo Climbing, per avventurarsi sull’Ogliastra. Così noi […]

wpDiscuz