Promo »

antisamos

Le spiagge più belle di Cefalonia

17 luglio 2012 – 16:47 | 521.643 views

Ecco il mio post sulle spiagge più belle di Cefalonia
Cefalonia è un’isola abbastanza grande, perciò di spiagge e calette ce ne sono per tutti i gusti. Le più famose sono di sassi, ma per fortuna …

Leggi l'articolo completo »
Weekend in Italia

Le città d'arte: da Firenze, Venezia, Roma ai borghi nel Chianti, in Umbria o in Trentino.

Mare

La Toscana, il Sud dell'Italia, la Grecia, la Spagna, il Mar Rosso, cercando l'acqua cristallina.

Viaggi in Europa

Le capitali che non ti stanchi mai di vedere: Londra, Madrid, Parigi, Dublino.

Natale e Capodanno

I mercatini di Natale e le idee per festeggiare l'ultimo dell'anno.

Grandi viaggi

Il mio viaggio in Giappone, a New York, in Tailandia e in Africa, per ora!

Mare »

Le spiagge di Kos

26 giugno 2016 – 07:42 | 430 views
spiaggia bella kos

La Grecia ha un bellissimo mare: cristallino, pulito, privo di meduse. Il punto dolente, a volte, sono le spiagge, o almeno come le intendiamo noi italiani, perché non amiamo ghiaia e sassi. Gli stranieri su questo si fanno molti meno problemi, anche con i bambini. Ma basta avere un po’ di senso pratico o sapersi adattare. Spesso basta girare un po’ per trovare la spiaggia adatta a noi. Fuori stagione, giugno e settembre, sono i momenti migliori, quando i turisti italiani non sono ancora sbarcati in massa. La temperatura dell’acqua, a giugno, è fresca, ma non fredda. Il bagno si riesce a fare. E fuori è caldo. Quest’anno ho scelto Kos, un’isola del Dodecaneso, per le mie ferie, e mi è piaciuta molto. Ho trovato belle spiagge, ottimo cibo e anche rovine archeologiche da visitare. Oggi voglio parlarvi un po’ di spiagge, rassicurando gli amanti della sabbia…

Anche a Kos ci sono spiagge sabbiose

Lontano dalle città e dai villaggi le spiagge greche sono più selvagge, ma non le ho mai trovate inquinate come in Italia (ovvero con buste di plastica, carte di gelati, rifiuti vari…). Il massimo che si può avere è qualche alga o ramo, in mezzo ai sassi.

ombrelloni_a_kos

Quasi ovunque troverete una manciata di ombrelloni da affittare a 5 o 7 € al giorno, in alcuni casi gratis se usufruite del ristorante o bar che ne gestisce lo spazio. E quasi sempre c’è la doccia di acqua dolce a disposizione degli ospiti.

Paradise Beach: 10 km di spiaggia!

La spiaggia più famosa è Paradise Beach, che è solo la parte finale di una lunghissima spiaggia, circa 10 km, che si estende sul versante sud dell’isola, in pratica dall’aereoporto andando verso Kefalos. E’ divisa in vari tratti, con accesso diretto al mare (ci si arriva veramente a ridosso con la macchina, parcheggiando comodamente), e cambia nome più volte: Lagada, Sunny Beach, Camel Beach...

paradise beach 10 km

I vari tratti sono abbastanza segnalati sulla strada principale, ve li trovate sulla sinistra procedendo verso Kefalos, sono strade strette e ripide, ma si fanno bene in auto. Da lì poi si scende verso il mare.

paradise_beach_kos

Che differenza c’è? Nei primi tratti c’è meno affollamento, e solo una fila di ombrelloni. A volte non c’è il ristorante alle spalle, ma solo un chiosco. Insomma è più tranquillo. Nell’ultimo tratto, la cosiddetta Paradise Beach, gli ombrelloni sono più stipati, si arriva anche a 4 file, i prezzi sono più cari e l’acqua è solcata da acquascooter, banana boat, ecc.

lagada_beach

Nel tratto finale c’è una enorme costruzione in legno molto scenosa, pensavamo fosse un ristorantino dove gustare pesce fresco o insalata greca, e invece è poco più di un fast food con hamburger e hot dog di bassa qualità. Da evitare.
A me l’ultimo tratto di spiaggia non è piaciuto, anche perché c’erano davvero tante alghe. L’acqua era torbida e non bella come altrove.
Ma la sabbia era fine. Mio figlio di 1 anno ha apprezzato.

paradise_beach_kos

Agios Stefanos: una spiaggia da cartolina

La spiaggia che mi è piaciuta di più è stata in assoluto Agios Stefanos, se non altro per lo scenario intorno: la chiesetta sull’isola di Kastri penso sia uno degli scorci più fotografati di tutta Kos. E l’idea di poterci arrivare a nuoto – io l’ho fatto – spinge a fermarsi proprio qui. La spiaggia è fine: l’accesso è ghiaioso e con qualche sasso, ma dopo pochi passi il fondale diventa sabbioso ed è un paradiso per camminare in acqua.

agios stefanos club med

Anche in questo caso si arriva molto vicini in auto, e il parcheggio è gratuito. C’è una parte di spiaggia libera e una in concessione a 7 € (ombrellone più 2 lettini) nella parte centrale, e a 5 € se si è disposti a camminare un po’ e arrivare all’estremità (ci si può avvicinare in auto, percorrendo un’altra stradina).

agios stefanos panoramica

Il nome della spiaggia è dato dai resti di una chiesa antica, di origine bizantina. che rendono il luogo ancora più affascinante. Quando ci siamo andati noi era all’opera un team di archeologi di origine italiana, che stava scavando e misurando le rovine archeologiche. Qua e là affioravano mosaici.

resti agios stefanos

Nel complesso è la spiaggia che mi è piaciuta di più e non solo per lo scenario intorno. Anche la parte di bagno mi ha dato molte soddisfazioni: fra la costa e l’isola di Kastri si crea una grande piscina naturale, di acqua bassa, che ricorda Stintino, ricca di pesci e con sabbia morbida da calpestare. In poche bracciate si raggiunge l’isolotto, attorno al quale si può nuotare senza difficoltà. Ci si può arrampicare sull’isola e suonare la campana davanti alla chiesa. Quando l’ho fatto io non c’era anima viva.

Kamari: che acqua!

Proseguendo ancora verso sud, nella parte di Kos lunga e stretta, si raggiunge Kefalos, cittadina crocevia, situata un po’ in altura, quindi non sul mare, (se posso dirlo anche un po’ bruttina) che dà il nome a tutta la zona, abbastanza turistica. Da lì si può scegliere se avventurarsi in una delle calette più impervie, fino al limite di capo Paradiso, oppure prendere la strada per Kamari, che sul web viene descritto come un paesino di pescatori.

kamari

In realtà è una strada che segue la costa disseminata di tavernas e affittacamere, con una passeggiata lungomare che ha visto tempi migliori e una manciata di bar con ombrelloni in concessione. C’è anche un molo dal quale partono boat tour verso altre spiagge o verso l’onnipresente isola Nisyros, col suo vulcano, che domina la visuale.

pranzo a kamari

Noi ci siamo fermati al primo ristorante, molto carino, perché in pratica mangi sulla spiaggia, ma caro rispetto a quelli che si trovano successivamente, dove puoi mangiare pesce a 10-15 €.

fare il bagno a kos

La spiaggia è fatta di sassetti piccoli, di quelli che se non sei abituato ti fai male ai piedi. E anche l’entrata in acqua non è comodissima, con circa 1 metro e mezzo di sassi o pietre di varie dimensioni. Ma l’acqua è spettacolare. Pulita, cristallina, fresca e piena di pesci. Se vi piace nuotare è un posto fantastico.

barca_vela_grecia

Mi sono fatta un super bagno poco prima del tramonto, con tanto di doccia di acqua dolce gratuita, e poi ho bevuto una delle più buone spremute di arancia della mia vita (ho scoperto che su quest’isola sono buonissime).

bar_spiaggia_greciabar_spiaggia_grecia

Kardamema: la spiaggia lounge

La zona dove soggiornavo io, Kardamema, offre un po’ di tutto: nel centro abitato le spiagge sono meno belle, vuoi per il porticciolo, vuoi per la folla, e i locali sulla spiaggia, diciamo che attirano più per la vita notturna che per il mare. Tuttavia è piacevole bere un cocktail vista mare, sdraiati sui divanetti del bar, con la musica giusta di sottofondo.

isola_greca

Se preferite la tranquillità basta allontanarsi un po’ dal paese, e si torna all’idea di spiaggia un po’ selvaggia, con pochi ombrelloni, tanto spazio per tutti, e sassi misti a sabbia. Dal lato destro ci sono diversi tratti sabbiosi, in corrispondenza di alcuni villaggi turistici e grandi alberghi, incluso il mio. Infatti anche nel mio caso c’erano entrambe le soluzioni: sabbia granulosa un po’ grossa e sabbia fine. Per gli amanti delle passeggiate sul bagnasciuga questo pezzo di mare si presta bene.

spiaggia davanti a lakitira

Tutto il tratto di costa è percorribile in auto, a piedi o in bici (noi le abbiamo affittate e ci siamo fatti una bella pedalata lungomare).

Kos town: Rimini!

A Kos Town la spiaggia è molto attrezzata, con tanti lettini, ombrelloni, campetti per giocare a pallavolo, giochi d’acqua e molto altro. Ma se non dormite lì evitate. C’è di meglio! Il mare è torbido e pieno di alghe. Del resto il porto è molto grande, con tanti traghetti che partono di continuo. Sarà forse anche per questo che il mare è più mosso che altrove.

Le spiagge sul versante occidentale

Mi è molto dispiaciuto non visitare le spiagge sul versante occidentale, che fronteggia Kalymnos; avevo letto che nella parte a sud erano più impervie da raggiungere e con un bimbo di 1 anno non me la sono sentita. Le ho viste dall’aereo e avevano dei bei colori. So che è anche la parte più ventosa dell’isola e per questo meno interessante per me.
Nella parte centrale e a nord, è più facile arrivare al mare, che però è più mosso. Qui trovate le località di Tigaki, Marmari, Mastikari. Ciascuna ha i suoi hotel, ristoranti, ombrelloni…

Thermae: il bagno caldo

Un discorso a parte merita l’esperienza meravigliosa provata alle “thermae”, ovvero una spiaggia con acqua calda a causa di una sorgente naturale di acqua sulfurea. Si trova a nord dell’isola, dopo Agios Fokas, in un tratto della costa molto brullo e ventoso. Di fronte la Turchia, e intorno solo qualche capra (e un super resort lusso).

agios_fokas

Dopo qualche km finisce la strada, c’è un barettino che pero’ chiude sull’ora del tramonto. Si può parcheggiare lì oppure scendere ancora con la macchina, e avvicinarsi al livello del mare. Una spiaggia scura di pietre porta a una piscinetta naturale dove l’acqua ha una temperatura davvero piacevole.

Io ci sono stata con mio figlio di 1 anno che ha molto gradito, appena calato  il sole. E’ stato bellissimo e la temperatura dell’acqua è caldissima.

Se ti interessa Kos, leggi anche:

Kos: prime impressioni

17 giugno 2016 – 15:59 | 48 views
isola_di_kos_grecia

Quando uno pensa alle isole greche, viene sempre in mente l’immagine da cartolina con le casette bianche e le chiese dalle cupole blu, dietro alle quali fa capolino il mare color azzurro. Ma a Grecia …

Sardegna in libertà? Si con il traghetto

16 giugno 2016 – 07:33 | 44 views
AKI

Per diversi anni di fila sono stata in vacanza in Sardegna, nel nord, fra San Teodoro e la Gallura. Viaggiando con un’amica e i suoi due figli, e volendo essere libere negli spostamenti una volta …

5 buone ragioni per preferire la Grecia all’Italia

12 giugno 2016 – 08:22 | 77 views
spiaggia agios stefanos kos

Mi duole il cuore scrivere questo post, perché so bene che all’Italia non manca niente per essere la destinazione ideale di una vacanza – mare, arte, cibo, cultura, solarità delle persone, ecc. – ma dopo …

Perché il Trentino è il paradiso degli sportivi

25 maggio 2016 – 20:31 | 54 views
piste ciclabili garda

Sono tornata di nuovo in Trentino, sempre sul Lago di Garda, per via della mia dolce metà che ha il trip del windsurf. Stavolta abbiamo fatto un weekend lungo, spostandosi fra Riva e Rovereto, con …

Estate 2016: Riviera del Conero, 4 spiagge da vedere

7 maggio 2016 – 17:26 | 179 views
spiaggia due sorelle credits killer_b_87

Torno a parlare di una zona che ho visitato un paio di anni fa, ma che mi è rimasta nel cuore: la Riviera del Conero. Il monte verde, le Due Sorelle, l’acqua azzurra e il …

7 motivi per scegliere Bibione

5 maggio 2016 – 21:56 | 116 views
panoramica-panorma

Da quando sono mamma ho cambiato prospettiva su molte cose, a cominciare dalle destinazioni per le vacanze; viaggiando con un bambino piccolo, che ha compiuto 1 anno da pochissimo, è importante scegliere una località che …